rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Calcio

Penne, domenica la sfida amarcord tra le formazioni 81/82 e 92/93

Appuntamento alle 12:30 allo stadio "Colangelo" per un revival tra le due squadre biancorosse più forti di sempre, capaci di sfiorare il salto in serie C. Entrambe erano allenate da Guido Colangelo

Domenica 5 giugno al "Colangelo" di Penne, agli ordini di mister Guido Colangelo, tecnico protagonista di entrambe le entusiasmanti cavalcate, si ritroveranno i protagonisti del Penne delle annate 1981/82 e 1992/93, probabilmente le migliori squadre di sempre della gloriosa storia calcistica biancorossa, due formazioni capaci di sfiorare il grande salto in Serie C al termine di tornei esaltanti in campionato, e contro avversarie di altri tempi quali Teramo, Gubbio, Benevento, Vis Pesaro, Martina, Giulianova e Fermana tra le tante.
La formazione 1981/82 fu quella storica che portò per la prima volta i biancorossi alla ribalta del calcio nazionale, quell'Interregionale che poi la squadra pennese disputò per ben quattordici stagioni consecutive fino al 1995/96. Un cammino che partì qualche anno prima, quando mister Guido Colangelo creò un gruppo fortissimo, che dominò la massima categoria regionale stabilendo un record di punti battuto solo un ventennio dopo dalla Vastese, e che al primo anno di Interregionale fece sognare subito il salto tra i professionisti chiudendo la stagione al secondo posto alle spalle solo della corazzata Elpidiense.
Tanti saranno i protagonisti di quell'annata che hanno risposto all'appello tra i quali i vari Liberati, Giannetti, Castellucci, Palma, Vincenzo Pilone, i fratelli Marini, Mauro Di Pietro, Di Federico, Giovanni Severo, Pomilio, Enzo Antonioli ed altri ancora. Verrà ricordato anche la memoria del compianto Antonio Tranquilli, con l'intervento della figlia Vittoria.
Tanti anche gli ex atleti che interverranno in rappresentanza di quella fantastica formazione 1992/93: una vera e propria corazzata capace di far sognare un'intera comunità, di battere squadroni del calibro di Teramo, Martina, Benevento (storico rimane il colpaccio esterno in casa dei giallorossi), che alla fine dei giochi dovette arrendersi solo all'incredibile Fasano capace alla fine di vincere il campionato senza sconfitte. Un secondo posto esaltante quanto amaro perchè quella squadra, che chiuse il torneo con il miglior attacco (58 reti in 34 gare) e la miglior difesa (appena 18 gol al passivo), probabilmente avrebbe vinto senza problemi il campionato in altri gironi.
Anche in questo caso massiva è stata la risposta dei protagonisti di allora, che torneranno a calcare quel campo che ai tempi presentava un rigoglioso manto in erba naturale, e che in tribuna ribolliva di gioia e passione per il biancorosso: saranno presenti i vari Di Giorgio, Macrini, D'Intino, Oscar Di Matteo, Dragone, Dolce, Grandis, De Amicis, Luca Pilone, Annunziato, Gigi Lippo, Di Teodoro, Biagio Lombardi, Colazilli, Ranavolo, Romagnoli, Barrella.
Parteciperanno anche i componenti dello staff tecnico/medico e dirigenziale, gente che ha legato per anni ed anni il proprio nome e la propria professionalità alla causa biancorossa, un mix di competenza e passione che hanno reso possibile tutto ciò che è stato: oltre a mister Guido Colangelo, hanno risposto all'appello anche il Dottor Staffilano, Sergio D'Agostino, Giuliano Mergiotti, Dario D'Angelo, Antonino Mergiotti ed Ettore Bianchi, mentre sarà presente anche Francesco Somma in ricordo dell'indimenticabile Fernando Somma.
Protagonisti che faranno riaffiorare alla memoria due tra le annate indimenticabili della gloriosa ed ultracentenaria storia biancorossa.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Penne, domenica la sfida amarcord tra le formazioni 81/82 e 92/93

IlPescara è in caricamento