Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Pescara, scoppia il caso dei biglietti gratis ai consiglieri comunali

Polemiche, commenti, veleni ed addirittura l'intervento dei carabinieri ed un video ironico hanno caratterizzato in questi giorni Pescara in merito alla questione dei biglietti gratuiti per i consiglieri comunali

Ha tenuto banco e continua a tenere banco a Pescara e sulla stampa nazionale la questione dei biglietti gratuiti a disposizione dei consiglieri comunali per le partite del Pescara Calcio.

Con il ritorno in Serie A, quella che pare fosse diventata una consuetudine, confermata anche in un'intervista dell'ex presidente Scibilia, si è bruscamente interrotta.

Niente pass gratuiti e biglietti omaggio per i consiglieri comunali della città. La società Pescara Calcio inizialmente non ha fornito grandi spiegazioni in merito alla decisione presa, precisazioni che però sono arrivate poche ore fa a seguito del grande clamore mediatico scatenato attorno alla vicenda.

Tutto ha inizio quando due consiglieri comunali, il Presidente della Commissione Finanze Ranieri e il vicepresidente del Consiglio Comunale Di Nisio, criticano la società per non aver messo a disposizione i biglietti, appellandosi anche ad una norma comunale che prevede la possibilità di far accedere gratuitamente nelle strutture comunali, compreso lo Stadio, gli amministratori locali, per "funzioni di controllo del corretto utilizzo della struttura":

A seguito di queste dichiarazioni, arrivano subito le prime reazioni. Il consigliere PDL Sospiri si dissocia immediatamente e chiede ai consiglieri di acquistare l'abbonamento e i biglietti esattamente come accade per tutti i cittadini. Dello stesso parere anche il consigliere Foschi e l'assessore Antonelli, che chiedono di fermare una polemica che si sta allargando a macchia d'olio.

Ed in effetti la notizia arriva anche sulla stampa nazionale, conquistando spazio sui grandi quotidiani e in televisione. Su Youtube spunta anche un video parodia in cui si chiede di "adottare ed aiutare i consiglieri comunali di Pescara ad entrare gratis allo stadio".

L'amministrazione comunale, con l'assessore FIorilli, prende le distanze dalle critiche sollevate alla Pescara Calcio, sottolineando come si tratti di diritti inesistenti, favori durati negli anni che però non hanno alcun  fondamento normativo.

Il consigliere Di Nisio, nella giornata di oggi, arriva in Comune chiedendo di ricevere l'elenco che sarebbe stato trasmesso alla società calcistica dove ci sarebbero ben 150 nomi. L'elenco non viene inizialmente fornito, o comunque viene fornita una lista con 54 nomi fra giunta, sindaco e consiglieri. Dal Comune fanno sapere che è quello l'unico documento inviato al Pescara Calcio, ma Di Nisio decide di chiamare i carabinieri che arrivano in Comune.

Intanto il sindaco Mascia rassicura il consigliere confermando che è solo quella la lista trasmessa, aggiungendo che per queste richieste occorre comunque presentare una richiesta scritta, poi redatta e consegnata dallo stesso Di Nisio.

Lo stesso sindaco in mattinata ha avuto un incontro con il Presidente Sebastiani, un pranzo per stemperare i toni. Il Presidente del Pescara ha sottolineato come i posti a disposizione siano limitati e la richiesta enorme, e per questo sono stati ridotti all'osso gli accessi gratuiti sia ai politici che agli stessi soci. Mascia ha poi ricevuto la nuova maglia del Pescara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, scoppia il caso dei biglietti gratis ai consiglieri comunali

IlPescara è in caricamento