rotate-mobile
Calcio

Rigopiano, cinque anni dopo il calcio pescarese non dimentica Piero e Luana

L'ex attaccante e allenatore Di Pietro, di Loreto Aprutino, e la giocatrice di calcio a cinque, originaria di Bisenti, tra le 29 vittime della tragedia dell'hotel di Farindola travolto da una valanga. Il ricordo sempre vivo tra gli sportivi

Il grande condottiero e la generosa "tre polmoni" se ne sono andati cinque anni fa, sotto la valanga di Rigopiano. Piero Di Pietro e Luana Biferi, volti dello sport e del calcio (e calcio a cinque) della nostra terra, erano in quell'hotel, quel maledetto giorno. Il primo, 54enne all'epoca, era di Loreto Aprutino ma in Abruzzo lo conoscevano tutti. Una carriera da calciatore con L'Aquila, Sulmona, Pineto, Penne e poi Lauretum e Pianella. Poi il passaggio in panchina, sempre con il Lauretum, ma anche con il Passo Cordone e poi con il Loreto Aprutino, nella scuola calcio. Una vita in divisa e scarpini, una passione innata e la voglia di un ragazzino di essere sempre sul campo. Piero era con la sua amata moglie Barbara, all'Hotel Rigopiano, quel giorno terribile e, ahinoi, indimenticabile. Con loro gli amici Sebastiano e Nadia e il piccolo Edoardo, unico sopravvissuto della comitiva di Loreto Aprutino.

Luana Biferi invece in quell'albergo lavorava. Aveva da poco lasciato il suo amato mondo del calcio a cinque femminile, con cui aveva vestito per anni la maglia gloriosa dell'Acqua&Sapone, di cui era capitano con la maglia numero dieci sulle spalle. Correva per sé e per le compagne, instancabile. Per questo l'avevano ribattezzata "tre polmoni". "Tre le nuvole torneremo nuovamente a calciare", recita una grande striscione apparso questa notte nella sua Bisenti, dove risiede la famiglia, ancora oggi stravolta dal dolore.

Il Comitato regionale della Lnd Abruzzo oggi ha ricordato Piero e Luana con un post sui suoi social. Ma tutti i protagonisti del calcio dilettantistico locale stanno scrivendo e pubblicando foto e pensieri dedicati a loro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rigopiano, cinque anni dopo il calcio pescarese non dimentica Piero e Luana

IlPescara è in caricamento