rotate-mobile
Calcio

Pescara, mercato ad alta tensione: rottura totale con Galano e Rizzo

L'attaccante ha rifiutato una proposta dalla Spagna, il centrocampista ha detto no alla Paganese e aspetta l'Avellino. L’ipotesi buonuscita non verrà presa in considerazione da Sebastiani: "I due giocatori non rientrano più nei nostri piani. Per entrambi nessun incentivo all’esodo"

Aria tesa tra il Pescara e due "esuberi" Galano e Rizzo, ormai fuori dal progetto di Auteri e sul mercato. Ma senza sbocchi, al momento. 

Il 30enne pugliese non ha offerte dalla B e con il suo ingaggio, ad oggi, non troverà acquirenti in C. Che fare? Il suo agente Pisacane, preoccupato dalla piega degli eventi, che potrebbe portare il suo assistito a restare per i prossimi cinque mesi fuori rosa, con il contratto in scadenza, sta sondando anche il mercato estero. Qualcosa si muove lì per Galano, ma il giocatore nicchia. E il nervosismo crescere attorno a lui, visto che una sua permanenza bloccherebbe il mercato di gennaio del Pescara in attacco. Chance di reintegro ormai non ce ne sono: Auteri lo ha escluso dalla lista dei convocati aprendo di fatto la crisi tra giocatore e ambiente. Rapporti che in realtà non sono mai stati distesi fin dalla partenza per il ritiro, visto che Galano è stato sul mercato per tutta la sessione estiva.

L’ipotesi buonuscita per favorire la sua rescissione non verrà presa in considerazione, il numero uno del club lo ha già detto chiaramente. "Rizzo e Galano non rientrano più nei nostri piani. Per entrambi nessun incentivo all’esodo. Il sacrificio lo abbiamo fatto solo per Valdifiori", le parole del presidente Sebastiani a Rete8.

Difficile che il giallo Galano arriva alla soluzione finale nelle prossime ore. Saranno determinanti invece le battute finali della sessione di mercato, puntando anche sul “fattore stipendio”: l’attaccante potrebbe accettare eventuali proposte assicurandosi però la mensilità di gennaio con il Delfino.

Stessa logica potrebbe seguire anche Giuseppe Rizzo, anche lui ormai ai ferri corti con il Pescara e sul mercato. Il mediano siciliano ha già rifiutato qualche chiamata (Paganese) perché spera di trovare un accordo, anche lui nei giorni finali del mercato, con l’Avellino, che lo ha messo nel mirino assieme all’attaccante del Perugia Murano, sempre più vicino al club irpino.

"Bocic non è una priorità. Se c’è la possibilità di migliorare l’attacco non ci tireremo indietro, altrimenti resteremo così. Con la partenza di Rizzo, arriverà un altro centrocampista? Non necessariamente", le parole di Sebastiani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, mercato ad alta tensione: rottura totale con Galano e Rizzo

IlPescara è in caricamento