rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Calcio

Il Pescara blinda Auteri e scopre i giovani: chi rischia e chi resta a gennaio

La società ha blindato la posizione del tecnico, che andrà avanti con il 3-4-3. Sorrentino, Veroli e Pompetti certezze. In tanti sul mercato a gennaio, a partire da Valdifiori, Galano e Marilungo

Avanti con Auteri e con il 3-4-3. Stop a esperimenti e cambi di rotta tattici e tecnici. Il Pescara adesso tira dritto: chi non sarà in grado di adattarsi al calcio di Auteri, andrà probabilmente fuori dalle rotazioni. E, visto che ormai mancano solo poche settimane, finirà quasi sicuramente sul mercato.


CHI RISCHIA


E’ il caso di Guido Marilungo, ad esempio, che da esterno del tridente ha faticato ad adattarsi e forse ha già capito, vista la sua esperienza, che a gennaio dovrà trovare un’altra sistemazione. In attacco, anche Cristian Galano è ormai fuori dai giochi. A destra, Clemenza merita spazio e fiducia. Dietro di lui sta crescendo il giovane Chiarella, patrimonio del club. Non c’è spazio per giocatori scontenti e non al top. Tridente titolare ormai consolidato: Clemenza-Ferrari-D’Ursi, con i giovani dietro come ricambi. Il campo lo ha dimostrato, anche e soprattutto a Grosseto: questa C è un campionato di giovani e per i giovani. Serve gamba, voglia, rabbia agonistica. Il futuro, e l’allenatore sembra averlo capito ormai, è dei nati dopo il 2000.

I GIOVANI


Le manovre di mercato potrebbero portare a novità eclatanti a centrocampo, dove la coppia Pompetti-Diambo (2000 e 2001) sembra la meglio assortita per il calcio di Auteri: servono due pedine dinamiche e capaci di giocare a due in mediana, come chiede il tecnico. Valdifiori, che ha ancora sei mesi davanti a sé, sembra il primo candidato a fare posto in lista ad un nuovo acquisto. Con lui si andrà probabilmente verso una rescissione, se non dovessero presentarsi squadre interessate. Partirà anche il giovane Sanogo, mai “in partita” quest’anno, né in prima squadra né in Primavera. Il centrocampista tornerà al Benevento. Occhio anche a Rizzo: la sua ingenuità contro la Lucchese, che gli è costata 4 giornate, non è piaciuta alla società. Oltre alla multa, il centrocampista siciliano potrebbe pagare con una cessione a sorpresa. Finora, infatti, le sue prestazioni non hanno convinto tecnico e dirigenti.

Anche in difesa è l’ora dei giovani. Sorrentino è una garanzia, e la sua storia merita di ricalcare le orme di altri giovani portieri del vivaio sbocciati all’improvviso nelle emergenze. De Sanctis docet. Il 2002 tra i pali si abbina alla perfezione con il 2003 Veroli come centrale di sinistra nel reparto. Ingrosso (meglio di Drudi) al centro e il miglior Illanes a destra. Serve un rinforzo di qualità (al di là della data di nascita) che possa giocare titolare a destra o a sinistra, e il reparto potrebbe già essere a posto. Probabilmente il giocatore a rischio cessione a gennaio in terza linea è l’ex ternano Frascatore, che ha convinto poco nelle ultime settimane da centrale e non ha più la spinta giusta per fare il quarto in fascia mancina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pescara blinda Auteri e scopre i giovani: chi rischia e chi resta a gennaio

IlPescara è in caricamento