Politica

Rancitelli, Pettinari non molla nonostante le minacce: "Tornerò di nuovo con la bandiera tricolore"

Il vicepresidente del consiglio regionale commenta le intimidazioni ricevute dopo il sit in di sabato scorso in via Lago di Borgiano che ha infastidito gli spacciatori della zona

Io non mi fermerò. Tornerò e porterò con me, stretto tra le mani, il Tricolore, da cui prendo forza e coraggio. Così il vicepresidente del consiglio regionale ed esponente del M5s Domenico Pettinari ha commentato le intimidazioni ricevute a seguito del sit in di sabato scorso, quando si è presentato in mezzo a via Lago di Borgiano, nella zona delle palazzine inagibili sgomberate nel 2017, con il tricolore.

L'obiettivo del sit in era quello di contrastare lo spaccio di stupefacenti, bloccando indirettamente e scoraggiando l'arrivo dei potenziali clienti come dimostrato dal fatto che una ventina di automobili sono arrivate nella via ed hanno subito fatto inversione di marcia. L'altra notte un individuo con il volto travisato è stato sorpreso mentre scattava delle fotografie all'auto di Pettinari sotto la sua abitazione. Una volta notato da alcuni residenti, si è dato alla fuga.

Pettinari ha sottolineato, con un post su Facebook, come il compito di contrastare e scoraggiare tocchi alle istituzioni ed alle forze dell'ordine e non ad un singolo cittadino, per liberare il quartiere dalla presenza dei "boss che vendono morte".

Azione Civile Abruzzo ha espresso solidarietà a Pettinari aggiungendo:

È ora di dire basta! Non è accettabile che possano esistere zone franche, luoghi dove dominano i clan, dove la legalità e il diritto vengono quotidianamente schiacciati da criminalità, violenze, prepotenze, minacce. Clan ben conosciuti e con contatti fuori regione, dalla Campania alla capitale. Dove molti sono imparentati o comunque collegati con i Casamonica e i loro affiliati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rancitelli, Pettinari non molla nonostante le minacce: "Tornerò di nuovo con la bandiera tricolore"

IlPescara è in caricamento