Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

Norma Antifascista, Sel Abruzzo attacca il senatore Di Stefano

Sinistra e Libertà Abruzzo attacca il senatore Di Stefano in merito alla proposta di abrogazione della norma antifascista. "La proposta umilia quanti, con il loro sangue, hanno permesso a noi tutti di vivere liberi"

Sinistra e Libertà  attacca il senatore Pdl Di Stefano in merito alla vicenda della proposta di abrogazione della norma antifascista.

"La proposta del Sen. Di Stefano umilia quanti, con il loro sangue, hanno permesso a noi tutti di vivere senza l'oppressione di una buia dittatura fatta di torture,omicidi,violenza di ogni tipo e genere. Se volete vedere dove è nata la costituzione, affermava Piero Calamandrei, andate in pellegrinaggio nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati." dichiara Roberto Ettorre, membro della segreteria regionale del partito, che parla di un attacco in corso alla Costituzione.

"Oggi assistiamo quotidianamente alla presa in giro di questi principi. Un governo che opera esclusivamente a colpi di decreti legge e voti di fiducia riducendo così il Parlamento ad un alcova di vassalli, pronti unicamente a ratificare le scelte del sovrano. Al posto della condivisione democratica delle scelte che ricadono sui cittadini questo governo non fa altro che nominare commissari che, in quanto tali, operano e agiscono come organi monocratici senza dover rispondere a nessuno se non al sovrano. " prosegue Ettorre, che parla di una carta costituzionale che nasce in antitesi rispetto al Ventennio fascista.

"Eliminare questa norma, seppur transitoria, vuol dire eliminare la colonna portante sulla quale sono eretti i nostri massimi valori. Di fatto, vuol dire cancellare la Carta Costituzionale. " conclude Ettorre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Norma Antifascista, Sel Abruzzo attacca il senatore Di Stefano

IlPescara è in caricamento