rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Politica Bussi sul tirino

Nuovo presidente della commissione d'inchiesta su Bussi, Testa chiede lealtà

Intervenendo sulla nomina del sostituto di Giovanni Legnini, prevista oggi, il capogruppo di Fratelli d'Italia sollecita la realizzazione di un documento condiviso “per un’istanza unitaria della Regione e degli Enti territoriali”

Nuovo presidente della commissione d'inchiesta su Bussi, Testa chiede lealtà. Intervenendo sulla nomina del sostituto di Giovanni Legnini, prevista oggi alle ore 12, il capogruppo di Fratelli d'Italia sollecita la realizzazione di un documento condiviso “per un’istanza unitaria della Regione e degli Enti territoriali”.

“Questa ripartenza oggi acquista ancor più importanza – afferma Testa – Finalmente saranno le carte a parlare, dopo aver tutti legittimamente manifestato nei giorni scorsi le nostre opinioni sulle scelte che sta compiendo il Ministero dell’Ambiente,  in merito alla bonifica delle discariche 2A e 2B di Bussi”.

L'esponente del partito di Giorgia Meloni si dice certo che, di fronte ai documenti, “si possa tutti convergere verso l’unica direzione che rappresenta il bene massimo assicurabile alla nostra regione e ai cittadini abruzzesi, quella cioè di richiedere l’avvio dei lavori di bonifica delle due discariche senza ulteriori attese, realizzando la rimozione integrale dei rifiuti per tutelare l’ambiente e la salute pubblica”.

Per Testa "la sola strada percorribile per bonificare" è quella di "far realizzare immediatamente i lavori, in sostituzione della Edison, al raggruppamento temporaneo di imprese che si è aggiudicato la gara, utilizzando i 45 milioni di fondi pubblici già destinati a questo specifico obiettivo e che la Edison poi sarà tenuta a restituire".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo presidente della commissione d'inchiesta su Bussi, Testa chiede lealtà

IlPescara è in caricamento