rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica Città sant'angelo

Licenziamenti all'Iper Conad di Città Sant'Angelo, anche Pd e Sinistra Italiana si mobilitano

A esprimerlo sono il Partito Democratico cittadino e la sezione "F. Fabbiani" di Sinistra Italiana

Grande preoccupazione per i lavoratori a rischio licenziamento del punto vendita Iper Conad di Città Sant'Angelo
A esprimerlo sono il Partito Democratico cittadino e la sezione "F. Fabbiani" di Sinistra Italiana.

Sulla vicenda si è attivato anche il sindaco Matteo Perazzetti che ha convocato un incontro per oggi con lavoratori e sindacati.

A rischio sono 65 dei 153 lavoratori totali impiegati tra Città Sant'Angelo, Ortona e Colonnella, per i quali l'azienda ha avviato le procedure di licenziamento collettivo.

«Lotteremo insieme ai dipendenti e ai sindacati perché la loro voce è anche la nostra voce», dichiara il neo segretario del Pd angolano Lisa Vadini, «e interpelleremo i rappresentanti del Partito Democratico abruzzese in parlamento, nonché i rappresentanti del Partito Democratico oggi al governo, affinché il problema che oggi interessa la nostra comunità possa trovare la soluzione migliore nell’interesse dei lavoratori. Monitoreremo l'evolversi della situazione tutelando in ogni modo il diritto alla conservazione dell'impiego e, soprattutto, evitando che siano i lavoratori a pagare il prezzo più alto. Le persone non sono solo numeri, la dignità di ciascuno non si misura in base alle esigenze di vendita e di business».

Questo quanto aggiunge l'avvocato Catia Ciavattella, del gruppo consigliare di opposizione Pd - Insieme per Csa:

«Non si può non prendere in considerazione l'ascesa del gruppo Conad sul piano nazionale, quindi, i grandi risultati dal punto di vista delle percentuali di produttività e profitto. Queste ripercussioni negative sull'Abruzzo non sono comprensibili, le acquisizioni aziendali susseguitesi nel corso del tempo necessiterebbero di tempi più lunghi per valutarne i risultati. Non si possono addossare le conseguenze di una crisi sulle sole spalle dei lavoratori, noi consiglieri del gruppo Insieme saremo sempre al loro fianco».

«Dal 2018 a oggi», si legge in una nota di Sinistra Italiana, «siamo riusciti a capire che l'obiettivo principale è la riduzione della forza lavoro con ben 65 licenziamenti.  Un duro colpo per il tessuto angolano dopo la chiusura della Nike. Non possiamo permetterci la distruzione di così tanti posti di lavoro. Siamo a disposizione dei lavoratori e chiediamo la massima collaborazione da parte di tutte le forze politiche e di tutte le istituzioni tenendo conto anche dell'alto numero di lavoratrici, che sono sempre le più penalizzate. Basta con i selfie di carnevale,  il lavoro non è uno scherzo».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licenziamenti all'Iper Conad di Città Sant'Angelo, anche Pd e Sinistra Italiana si mobilitano

IlPescara è in caricamento