Politica

Comune: l'Udc ancora contro Mascia... di nuovo crisi?

Non sembrano destinati a finire i grattacapi politici provenienti dall'Udc per il sindaco Mascia. L'Udc, dopo l'ultimo vertice di maggioranza, chiede nuovi poteri e mette in discussione Pescara Parcheggi

Ancora Udc, ancora Mascia, ancora Pescara Parcheggi.

Sembra una storia destinata a non finire quella che lega il sindaco, il partito di Casini e le possibili crisi politiche in Comune.

Dopo l'ultimatum di un mese e mezzo fa del sindaco riguardante il salvataggio della società Pescara Parcheggi e la sua ricapitalizzazione, ora la questione torna ad essere di nuovo calda, dopo le recenti dichiarazioni dell'Udc che continua a chiedere maggiori poteri in Giunta.

Ma Mascia non ci sta e ha chiaramente fatto sapere di non accettare più nè ultimatum ne minacce dall'Udc.

La maggioranza di governo al Comune di Pescara, di cui l’Udc fa parte, ha sottoscritto tre anni e mezzo fa un ‘patto di inizio consiliatura’ che va rispettato, né possiamo pensare di continuare a dover essere sottoposti ogni sei mesi a una revisione per una delega, o un posto di potere o il pretesto di una delibera, che sia Pescara Parcheggi o altro.

Non accetto diktat né ultimatum da alcuno, a cominciare dall’Udc che, anch’essa, tre anni e mezzo fa, ha sottoscritto un patto di maggioranza e che oggi vanta una rappresentanza politica numericamente anche superiore rispetto a quello che il partito esprime, con un Presidente del Consiglio comunale, massima espressione dell’Assise civica, due assessori con deleghe pesanti, e due Presidenti di Commissione.
" ha detto Mascia, che difende il salvataggio di Pescara Parcheggi, considerata cruciale ed utile per le casse del Comune.

Vedremo dunque come si evolverà la situazione.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune: l'Udc ancora contro Mascia... di nuovo crisi?

IlPescara è in caricamento