Politica

Sbloccati dalla Regione Abruzzo 9,5 milioni di euro di fondi Restart per le imprese del Cratere 2009

Si tratta di fondi destinati alle piccole e micro imprese dei comuni che rientrano nel Cratere del terremoto del 2009

Sbloccati dalla Regione Abruzzo 9,5 milioni di euro di fondi Restart destinati alle piccole e micro imprese dei comuni che fanno parte del cratere sismico del 2009. Lo ha reso noto l'ente regionale che da domani 6 ottobre pubblicherà il bando per individuare e selezionare i Confidi che dovranno rilasciare garanzie alle micro e piccole imprese per l’accesso al credito.

Sono previste due linee di intervento, la “A” che destina 4,7 milioni circa al rilascio di garanzie ex novo, su finanziamenti fino a 100mila euro, alle micro e piccole imprese attraverso i Confidi selezionati con l’avviso, la linea “B” che concede contributi in conto capitale per altrettanti 4,7 milioni a fondo perduto, nella misura massima del 40% del finanziamento deliberato, in favore delle micro e piccole imprese beneficiarie del finanziamento bancario garantito con le risorse della linea “A”.

L'obiettivo è quello di fornire un concreto aiuto alle piccole e micro imprese del territorio che hanno subito gravi danni diretti e indiretti dal sisma, in particolare per quelle imprese che non hanno possibilità di accedere al credito bancario tradizionale, attraverso la concessione di una garanzia “a primo rischio”, anche per la copertura della sola liquidità, abbinata alla concessione di un contributo in conto capitale per il rafforzamento patrimoniale. Fira stima che le imprese interessate dalla misura saranno fra 200 e 300.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbloccati dalla Regione Abruzzo 9,5 milioni di euro di fondi Restart per le imprese del Cratere 2009

IlPescara è in caricamento