Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cultura

Anche il luogotenente Nicola D'Angelo nell’antologia poetica "Nei giardini di Agapanthus"

Con l’ultima poesia, intitolata “L'amore uccide la morte”, il comandante della stazione carabinieri di Civitaquana è stato incluso nella raccolta ideata dal critico letterario Massimo Pasqualone, che ne ha curato la prefazione

Anche il luogotenente Nicola D'Angelo è entrato nell’antologia poetica "Nei giardini di Agapanthus" (Teaternum Edizioni), incentrata sull'amore al tempo della pandemia. Si tratta di una raccolta ideata dal critico letterario Massimo Pasqualone, che ne ha curato la prefazione.

Con l’ultima poesia, intitolata “L'amore uccide la morte”, il comandante della stazione carabinieri di Civitaquana è stato incluso nel volume, che annovera 90 scrittori e poeti da tutta Italia. Spiega D'Angelo: “Il dolore, la sofferenza, va abbracciata, vive nel buio, con amore che è la luce del mondo che porta vita ovunque, la compassione verso chi soffre, la solidarietà nei confronti dei più fragili”.

Nei giardini di Agapanthus

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche il luogotenente Nicola D'Angelo nell’antologia poetica "Nei giardini di Agapanthus"

IlPescara è in caricamento