rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cultura

Giornate Fai di primavera 2024: le aperture nel Pescarese e nel resto d’Abruzzo

Sabato 23 e domenica 24 marzo si terranno le consuete giornate Fai di primavera in tutta l’Italia e anche l’Abruzzo prenderà parte con una serie di straordinarie aperture

Sabato 23 e domenica 24 marzo si terranno le consuete giornate Fai di primavera in tutta l’Italia e anche l’Abruzzo prenderà parte con una serie di straordinarie aperture. 21 in totale in 8 borghi e città, tutte curate e visitabili grazie a gruppi e delegazioni Fai presenti sul territorio e ai volontari. I luoghi saranno visitabili a contributo libero.

Il più importante evento di piazza dedicato al patrimonio culturale e paesaggistico italiano torna anche quest’anno per la 32esima edizione.

Si tratta di un’esclusiva opportunità di scoprire un’Italia meno nota, di luoghi solitamente inaccessibili, dalle grandi città ai borghi, da veri e propri monumenti a luoghi curiosi e inediti, che tuttavia ugualmente raccontano la cultura millenaria, ricchissima e multiforme del nostro Paese.

Un modo per contribuire alla tutela e alla valorizzazione di questo patrimonio, che va innanzitutto conosciuto, frequentato, e prima ancora, raccontato. È questa la missione del Fai: “curare il patrimonio raccontandolo”, a cominciare dai suoi 72 beni aperti al pubblico durante l’anno, ma ampliando e arricchendo questo racconto proprio in occasione delle giornate Fai di primavera.

Di seguito le aperture in Abruzzo, a cominciare da quelle in provincia di Pescara.

Delegazione Fai di Pescara:

  • Tocco da Casauria. Il borgo del vento tra arte, natura e cultura – il convento dell’osservanza alle pendici del monte Morrone – la dimora si racconta: palazzo Toro.

Delegazione Fai di Chieti:

  • Francavilla al Mare. Borgo antico di Francavilla al Mare – Cenacolo Michettiano – Fondazione Michetti: le 100 opere vincitrici del premio

Gruppo Fai di Ortona:

  • Ortona. Ortona: sulle tracce della battaglia.
  • San Vito Chietino. Borgo di Sant’Apollinare.

Delegazione Fai di Vasto:

  • Gissi. Nel cuore del cristallo d’Abruzzo – Palazzo Carunchio: convento, dimora borghese, municipio – Remo Gaspari, la dimora racconta – Palazzo Spadaccini e la “società automobilistica gissana” – Ex albergo centrale ai tempi del turismo termale – Gissi, una storia scritta nel gesso – visita al campanile della chiesa di s. Maria Assunta.

Delegazione Fai della Marsica:

  • Balsorano. Castello Piccolimini di Balsorano.

Delegazione Fai di Sulmona:

  • Introdacqua. Introdacqua il borgo dei musicisti e dei poeti – escursione: chiesa di sant’Antonio e gli affreschi del ‘500.

Delegazione Fai di Teramo:

  • Colonnella. Colonnella, tra storia e paesaggi – abitare la terra: le antiche pinciaje – il sentiero dei laghi.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornate Fai di primavera 2024: le aperture nel Pescarese e nel resto d’Abruzzo

IlPescara è in caricamento