rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Cultura

"La musica non è scontata", il nuovo libro di Fabio Ciminiera

Il volume raccoglie il testimone da 'Il tempo di un altro disco' per affrontare argomenti simili con una prospettiva differente. Stavolta il critico musicale pescarese entra nelle pieghe del ragionamento in maniera più consapevole e analitica

'La musica non è scontata' è il titolo scelto dal critico musicale pescarese Fabio Ciminiera per il suo nuovo libro. L'obiettivo è rimettere al centro del discorso le motivazioni e le storie, le ricerche e i sentimenti che sono dietro ogni singolo brano, nonostante la facilità con cui ogni lavoro discografico arriva nelle nostre case, nonostante la facilità con cui riusciamo ad ascoltarlo. La musica non è scontata, anche se la sua presenza nelle nostre vite è pervasiva e naturale, anche se non siamo sempre in grado di riconoscerne il valore e la qualità.

Ognuno di noi, oggi, può definire, liberamente e senza filtri, i propri percorsi d'ascolto. Tutti i brani registrati sono costantemente a nostra disposizione; abbiamo, addirittura, la possibilità di ascoltare dischi di cui non siamo effettivamente in possesso. Usiamo di continuo strumenti che rendono sempre più ampie e veloci le nostre connessioni, strumenti in grado di portare le nostre conoscenze ben oltre i limiti concessi alle precedenti generazioni.

Si impone, perciò, con forza e con urgenza un ragionamento sul modo di fruire e di arrivare a conoscere la musica, una riflessione sui mezzi e sulle dinamiche con cui ci relazioniamo con il fatto musicale, un'osservazione profonda dei tanti stimoli e degli input che ciascuno di noi riceve, in maniera più o meno consapevole. Fabio Ciminiera porta il contributo delle sue esperienze di operatore del settore per proporre uno sguardo sui tanti aspetti connessi alla fruizione della musica, secondo connotazioni di volta in volta differenti e capaci di mettere in luce risvolti pratici, ragionati, empirici e, perché no, ironici e spiazzanti.

'La musica non è scontata' raccoglie il testimone da 'Il tempo di un altro disco' per affrontare argomenti simili con una prospettiva differente. Dove il primo volume prendeva le mosse dal racconto autobiografico, dalle curiosità e dallo sviluppo dei gusti e del percorso estetico, il nuovo libro entra nelle pieghe del ragionamento in maniera più consapevole e analitica.

Lo sviluppo de 'La musica non è scontata' abbraccia perciò tanto il rapporto con l'ascolto, la scelta dei supporti fonografici, la relazione di ognuno di noi con i contenuti e le manifestazioni della musica, quanto il rapporto delle singole persone e dei differenti ruoli con il sistema complessivo della produzione musicale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La musica non è scontata", il nuovo libro di Fabio Ciminiera

IlPescara è in caricamento