menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Aprite le gallerie d’arte": l’appello del collettivo di artisti Isiderio

La provocazione del collettivo di artisti Isiderio che espone un quadro in una galleria stradale. Il quadro riporta l’aforisma "Ogni cosa che puoi immaginare la natura l'ha già creata" di Albert Einstein

La riapertura di musei, pinacoteche e gallerie d’arte è continuamente rinviata. Il collettivo non ci sta e provoca esponendo un suo quadro in una galleria stradale. Il quadro riporta l’aforisma "Ogni cosa che puoi immaginare la natura l'ha già creata" di Albert Einstein, ed è stato esposto, immortalato e poi rimosso lungo la galleria vicino al cimitero di Montesilvano.

Rilanciata nei giorni scorsi sui social, la foto del quadro in galleria ha attirato opinioni molto divise. auspicio è quello di gettare le basi per una cultura in cui ci si stimola ed incoraggia a vicenda, si spinge i ragazzi ad affermare la propria autostima, a far emergere il proprio talento e le proprie inclinazioni, a realizzare il meglio per se e la collettività, al renderli capaci di comprendere le loro potenzialità e metterle a frutto.

“Ci firmiamo con il nome di Isiderio, "presenza di stelle". Metaforicamente vediamo una stella in ogni persona, in particolare nei bambini e ragazzi giovani, e un cielo nella società. Sogniamo che le giovani stelle possano brillare nella società apportando il loro contributo, aiutati da un'istruzione ed educazione che sostenga e incoraggi loro con il Sì, che li spinga a sviluppare le proprie aspirazioni e a seguire le inclinazioni, valorizzando il potenziale umano e migliorando di conseguenza il presente e il futuro. In altre parole siamo convinti che per far brillare queste giovani "stelle", c'è bisogno del "Sì" degli educatori, dei formatori, dei genitori, delle scuole, delle istituzioni, che questi stimolino ed incoraggino i giovani a buttarsi, a rischiare per realizzare i grandi sogni, costruttivi, collettivi e appassionanti, diversi da quelli che l’industria culturale di oggi propone loro, facili, immediati, egoistici ed edonistici”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento