rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Contrabbando di sigarette, sequestrati 1.300 chili di tabacco: in Abruzzo la base della banda

Operazione della guardia di finanza che ha portato a 11 avvisi di garanzia per un sodalizio criminale con base ad Avezzano

La guardia di finanza ha di Rieti ha notificato 11 avvisi di garanzia nei confronti di persone collegate a un'associazione criminale dedita al contrabbando di sigarette e tabacco.
Le indagini hanno permesso di risalire a un sodalizio criminale, con base ad Avezzano e collegato a imprenditori di tabacchi dislocati in Campania che allontanavano dai canali commerciali aziendali ingenti quantitativi di tabacco, destinandoli ai complici e contrabbandieri avezzanesi per la successiva lavorazione in sigarette e in tabacco trinciato da fumo.

Nel corso delle indagini sono stati sequestrati 1.259 chili circa di tabacco grezzo e lavorato, 110 mila filtri per la preparazione di sigarette di contrabbando e svariati macchinari per la lavorazione e il confezionamento del prodotto, rinvenuti all'interno di locali opportunamente adibiti alla lavorazione illecita. I pedinamenti poi hanno consentito di scoprire che gli indagati per spostare il tabacco si servivano di staffette, che avevano il compito di controllare che non ci fossero pattuglie di forze dell'ordine. Su una delle auto che faceva da staffetta è stato trovato anche un bambino di 6 anni. Inoltre è stata scoperta una rete minore di contrabbandieri che dall'organizzazione criminale primaria acquistavano decine di chili di tabacco già lavorato, macchinette e filtri per la preparazione di sigarette per ulteriori attività di smercio sul territorio abruzzese, laziale e campano. Dal 2018 al 2020 l'organizzazione avrebbe contrabbandato almeno 8 tonnellate di tabacco oltre a quello sottoposto a sequestro, evadendo imposte pari a un milione e mezzo di euro. A conclusione delle indagini sono stati emessi 11 avvisi di garanzia per l"ipotesi di associazione a delinquere finalizzata al contrabbando di tabacco tra le regioni del Lazio, Campania e Abruzzo e per aver venduto il prodotto lavorato, sottoforma di sigarette ad acquirenti di altre regioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contrabbando di sigarette, sequestrati 1.300 chili di tabacco: in Abruzzo la base della banda

IlPescara è in caricamento