Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Via Raiale

Cementificio via Raiale, tutti vogliono la delocalizzazione

Comune di Spoltore, SEL e Confcommercio appoggiano la fiaccolata di domani per la delocalizzazione del cementificio di via Raiale. Ricordiamo che il Comune è in prima linea per la chiusura dell'impianto

Confcommercio, SEL Pescara e il Comune di Spoltore uniti per la delocalizzazione del cementifico di via Raiale.

Sono tante le voci che si uniscono a quelle degli ambientalisti e del Comune di Pescara per chiedere la chiusura dell'impianto e lo spostamento in un'altra sede.

Domani pomeriggio ci sarà la fiaccolata da Piazza Alessandrini fino a via Aterno, nei pressi della struttura.

CONFCOMMERCIO Meglio tardi che mai! E’ il primo pensiero che emerge dal fragoroso dibattito in corso in merito al problema della delocalizzazione del cementificio di Pescara.
Sono anni che la nostra associazione sostiene la necessità di delocalizzare il “MOSTRO” cementificio da una collocazione che da sempre crea problemi gravi alla salute della popolazione dei comuni limitrofi alla struttura. (Al riguardo alleghiamo la locandina inerente un nostro intervento
del 2007).
Pur se con colpevole ritardo, ci rallegriamo che la politica e l’intera opinione pubblica abbiano preso coscienza dell’enorme pericolo che incombe sulla collettività e abbiano convenuto su quello che la scrivente sostiene da sempre: il cementificio va spostato dall’attuale collocazione.

SEL Il cementificio di Pescara è autorizzato dal 2008 a bruciare 158.000 tonnellate/anno di rifiuti tra cui ceneri pesanti di incenerimento, oli, pneumatici, farine animali. Questa situazione deve cambiare e chiediamo immediata chiarezza.

SPOLTORE: Il Comune di Spoltore ha approvato all'unanimità una mozione riguardante la delocalizzazione del cementrifico durante l'ultima seduta del consiglio comunale.

CEMENTIFICIO, ANCHE IL COMUNE ALLA FIACCOLATA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cementificio via Raiale, tutti vogliono la delocalizzazione

IlPescara è in caricamento