Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Balneazione, gli ambientalisti al Comune: "Volete ignorare le norme UE e dell'OMS?"

Il Forum H20 degli ambientalisti abruzzesi replica alle dichiarazioni dell'amministrazione comunale relative alla questione balneazione. "Le norme vanno rispettate per la sicurezza dei cittadini"

Non si placa il botta e risposta a distanza fra l'amministrazione comunale e gli ambientalisti sulla questione balneazione. Dal 1 maggio infatti nonostante gli ultimi dati molto positivi sulla qualità delle acque scatterà comunque il divieto in tre punti delle riviere cittadine.

Il Comune aveva parlato di una semplice questione burocratica legata ai dati relativi allo scorso anno, ma il Forum H20 non ci sta e replica: "Le "ragioni puramente burocratiche a cui fa riferimento il Comune di Pescara sono le norme di legge poste a salvaguardia della salute dei cittadini fondate sulle indicazioni dell'Organizzazione Mondiale della Sanità per la prevenzione dei rischi connessi alla balneazione".

MARE, ANCORA POLEMICHE SUI DATI

Ricordiamo che negli ultimi campionamenti del 3 aprile i valori risultavano conformi alla legge praticamente in tutti i punti soggetti ad analisi, ma a causa delle normative vigenti che tengono conto anche dei dati dello scorso anno per qualche settimana saranno ancora in vigore i divieti di balneazione davanti a via Balilla, a via Galilei e a Fosso Vallelunga lungo la riviera sud.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Balneazione, gli ambientalisti al Comune: "Volete ignorare le norme UE e dell'OMS?"

IlPescara è in caricamento