rotate-mobile
Attualità

Anche i trattori abruzzesi alla protesta di Roma: "stanno manifestando anche per noi" [VIDEO]

C'è anche una rappresentanza regionale alla protesta che si svolgerà sul Grande raccordo anulare tra le 21 e le 22. Le richieste restano le stesse e l'obiettivo è trovare un canale di comunicazione per avere le risposte attese a tutela del settore, dei prodotti e dei consumatori

Anche i trattori abruzzesi alla protesta di Roma: questa sera, come conferma l'agenzia Adnkronos, sfileranno sul Grande raccordo anulare. Nello specifico a partecipare alla manifestazione con i loro mezzi sono Giovanni Marini, Sandro D'Angelo e Nico d'Urbano.

La protesta, come conferma Roberto Rosati di Riscatto Agricolo, si terrà tra le 21 e le 22. Da parte sua il grazie al prefetto e il questore di Roma “per la collaborazione. Noi siamo per la proposta e non per la protesta e devo dire che ci siamo capiti”, aggiunge.

Per una settimana i trattori abruzzesi hanno manifestato nelle scorse settimane anche a Pescara presidiando l'ex Cofa e organizzando ben due mobilitazioni: un corteo a piedi arrivato fin sotto il palazzo della Regione in piazza Unione e un altro invece proprio a bordo dei trattori che hanno letteralmente invaso la riviera nord per arrivare fino al Pala Congressi di Montesilvano. Occasione quest'ultima in cui grande è stato il sostegno dei cittadini.

Una protesta partita dal basso quella degli agricoltori e slegata da ogni sigla che dunque va avanti e che, come promesso, ha raggiunto Roma con la protesta che si è spostata da piazza San Giovanni al Gra.

Dieci i punti del manifesto redatto cui gli agricoltori chiedono risposte. Punti che vanno dall'istituzione di un tavolo tecnico all'abolizione immediata dei vincoli e gli incentivi per non coltivare il terreno e fino alla detassazione in agricoltura e gli incentivi per il carburante agricolo oltre ai regolamenti stringenti che chiedono per i cibi sintetici, uno dei cardini questo della protesta. A Pescara avevano chiaramente spiegato come il loro secco “no” fosse alle nuove possibili politiche europee che si tradurrebbero nella svendita dei terreni alle multinazionali, denunciano, per fare impianti fotovoltaici e eolici, e soprattutto contro i prodotti sintetici vera minaccia del Made in Italy, sostengono sin dal primo giorno ribadendo che la loro battaglia non è solo per loro, ma per tutti i consumatori.

“I nostri colleghi agricoltori – si legge nella nota inviata con il video arrivato alla nostra redazione dei trattori abruzzesi pronti a manifestare a Roma - stanno manifestando anche per noi".

Speriamo diano loro la possibilità di sfilare creando disagio, poiché l'agricoltura soffre e verrà abbandonata se rimane con queste condizioni economiche e di dignità del coltivatore”. Protesta che come detto, secondo quanto riferito dalle agenzie di stampa, ci sarà tra le 21 e le 22.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche i trattori abruzzesi alla protesta di Roma: "stanno manifestando anche per noi" [VIDEO]

IlPescara è in caricamento