rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Calcio

L'Under 15 della Curi sogna un posto tra le migliori quattro d'Abruzzo

I 2007 di Luca Febo in corsa per la qualificazione alle semifinali regionali. Il tecnico: "Un risultato inaspettato, siamo diventati un gruppo coeso: staff, giocatori, genitori. Proviamo a realizzare quest'impresa"

Manca un ultimo sforzo, poi i 2007 della Curi Pescara, guidati da Luca Febo, potrebbero ritrovarsi catapultati dentro un sogno: essere tra le migliori quattro formazioni Under 15 d’Abruzzo. Domenica prossima in trasferta sul campo della Val di Sangro, nella terzultima partita del girone G (seconda fase della stagione), la grande occasione per restare in solitudine sulla scia della capolista Avezzano.

Domenica scorsa la vittoria per 3 a 2 in casa contro i sangrini ha chiuso l’andata del mini girone da quattro squadre. Ora si riparte da Atessa, ed è una gara fondamentale: vincendo la Curi potrebbe andare in testa, o mettere le basi per essere la migliore seconda dei tre raggruppamenti. Resterebbero da giocare due gare: sabato 16 aprile a Giulianova e domenica 24 in casa contro l’Avezzano (a maggio le semifinali per il titolo regionale).

Biancorossi finiti in un girone di ferro: Avezzano (9 punti), primo, Giulianova (3 punti), terzo, Val di Sangro (0 punti) quarta. Negli altri due gruppi comandano Cantera Adriatica Pescara e Pineto, spedite ormai verso le semifinali.

Luca Febo è felicissimo del percorso dei suoi ragazzi fino ad oggi. “Il bilancio è ottimo – dice l’allenatore dell’Under 15 – . Abbiamo già raggiunto un livello inaspettato per come siamo partiti lo scorso luglio. Abbiamo iniziato il campionato con un cantiere aperto, la costruzione della squadra è terminata strada facendo. Ma ho trovato dei ragazzi straordinari, alcuni dei quali con grande sacrificio arrivati anche dai paesi limitrofi. Una generazione, la mia, che viene da due anni di Covid e in pratica non si era più allenata fino alla scorsa estate. E che ha saltato di colpo uno step delicato: dagli Esordienti, passando nella pandemia, si trova oggi a lottare per un titolo regionale Under 15”.

Cammino da applausi per la Curi: diciotto partite giocate, di cui 15 vinte, 2 pareggiate e solo 1 persa. “Frutto del lavoro eccezionale dei ragazzi e di tutto lo staff che mi assiste: Marco Chiacchiaretta e Gianfranco Panei, che ha formato i portieri, alcuni addirittura sotto età. E ringrazio il nostro Eusanio: senza di lui tutto questo non sarebbe stato possibile, si occupa di tutto, segue i ragazzi, è sempre presente. La nostra è stata una crescita condivisa con tutti. Ognuno ha messo la sua parte: si è creata un’alchimia straordinaria, anche con i genitori, sempre presenti, ma mai invadenti e rispettosi dei ruoli. Anzi, ci supportano nel seguire i ragazzi fuori e dentro dal campo”.

I ragazzi, ancora giovanissimi, crescono anche imparando dagli errori. “Siamo stati altalenanti in alcune fasi della stagione come rendimento, ma fa parte del percorso di crescita. Veniamo da prestazioni non sempre sullo stesso livello. Ma ripeto: pensando a luglio, vederci oggi a lottare per essere tra le migliori quattro d’Abruzzo mi emoziona. Non l’avrei mai immaginato. Questi ragazzi hanno costanza, volontà, passione. Questo ci ha portato qui oggi. Per arrivare ai risultati, poi, serviranno tanti fattori”.

La corsa alla semifinale regionale è aperta. Non sarà facile, visto il livello del gruppo G: “Alcune avversarie hanno qualcosa in più qualitativamente, ma come squadra non siamo inferiori a nessuno. I ragazzi sono diventati un gruppo di atleti preparati a dare il cento per cento in campo e sempre affidabili: per me è il risultato più grande a cui può ambire un allenatore, al di là dei risultati sportivi. Abbiamo posto le basi per un futuro roseo per la nostra società. Andare in semifinale sarebbe grandioso, un premio per questi mesi di lavoro intenso e per l’impegno dei miei giocatori”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Under 15 della Curi sogna un posto tra le migliori quattro d'Abruzzo

IlPescara è in caricamento