Martedì, 16 Luglio 2024
Calcio

Il Pescara aspetta il sì di Ciciretti

Il ds Delli Carri punta sull'attaccante dell'Ascoli (in prestito dal Pordenone): dieci giorni per avere una risposta

Dieci giorni per il colpo. Il Pescara ha deciso: aspetterà fino alla metà del mese per il possibile sì di Amato Ciciretti, il primo obiettivo per l’attacco. Il mercato di gennaio scatta ufficialmente oggi, chiuderà il 31. Ciciretti è in uscita dall’Ascoli, ma il suo cartellino è di proprietà del Pordenone (scadenza 2024). In questo momento, l’affare si può concludere solo in prestito secco. L’esterno mancino classe ‘93, cresciuto nella Roma, ad Ascoli sta trovando poco spazio (due presenze da titolare, in totale 10, con due gol segnati) nel 3-5-2 scelto da Cristian Bucchi per la squadra marchigiana. L’ex allenatore del Pescara ha impiegato Ciciretti come mezzala, il giocatore non è felicissimo di questo ruolo e vorrebbe essere valorizzato per le sue caratteristiche. L’attaccante non intende scendere in C, ma al Pescara avrebbe fatto sapere di gradire la destinazione. Il problema? Il suo importante ingaggio (400mila euro lorde, pagate al 50% dal Pordenone). L’ultima apparizione di Ciciretti in C sette anni fa, nel Benevento di Auteri che centrò la promozione in serie B. Delli Carri ha già tutto molto chiaro in mente: con le cessioni di Crecco (per lui sempre più concreta la pista che porta alla Vis Pesaro, nel girone B, dove ritroverebbe l’ex biancazzurro Manuel Pucciarelli) e Ingrosso (ha detto no alla proposta del Latina) troverebbe le risorse in bilancio per pagare l’ingaggio di Ciciretti, convincendolo così a scendere in C per sei mesi e spingere il Pescara verso la promozione. Al contratto potrebbe essere aggiunta una clausola per il riscatto dell’attaccante in caso di B e un prolungamento rispetto all’attuale contratto in essere con il Pordenone. Queste le carte da giocare per piazzare il colpo di mercato che servirebbe a riaccendere l’entusiasmo nell’ambiente. Se dovesse saltare Ciciretti, diverse piste seguite da Delli Carri, ma tutte complicate. Federico Ricci, ex Crotone, Spezia e Sassuolo, al momento non sembra in uscita dalla Reggina. Difficile convincere l’ex Crotone Borello, che attualmente gioca in Ungheria e ha un triennale importante appena firmato.

Centrocampo e uscite

Occhio al centrocampo, finora punto debole del Pescara di Colombo per mancanza di assortimento: serve una mezzala forte fisicamente e negli inserimenti. A Delli Carri piace non poco Edoardo Iannoni, di proprietà della Salernitana ma in prestito biennale al Perugia. Il giocatore sta giocando con il contagocce in B (solo 9 presenze). La Salernitana in questo caso sembra l’ostacolo: il club non vorrebbe far scendere il centrocampista in C, ma il Pescara potrebbe sfruttare l’assist dell’agente di Iannoni, Marco Sommella, che invece spinge per la destinazione biancazzurra. Il 23enne Andrea Tessiore proposto dal Latina, sembra uscito dai radar del Delfino. Che intanto nelle prossime ore libererà spazio a centrocampo piazzando Germinario in prestito secco all’Audace Cerignola. Da sistemare anche Mehic e D’Aloia, Saccani e De Marino rientreranno alle rispettive società - Sassuolo e Juventus - dal prestito. L’argentino Belloni in uscita da Potenza, ha diversi estimatori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pescara aspetta il sì di Ciciretti
IlPescara è in caricamento