Domenica, 21 Luglio 2024
Calcio

Pescara, l'ex Colonnello vota il Delfino: "Squadra costruita per vincere"

L'allenatore abruzzese, un passato da difensore in biancazzurro, segue con attenzione la squadra di Colombo in attesa di una chiamata: "Campionato livellato verso il basso, in questo contesto Lescano e compagni se la potranno giocare benissimo"

In attesa di tornare in panchina, in Italia o all’estero, Gianluca Colonnello è sempre presente alle partite del Delfino. L’ex difensore biancazzurro, fermo all’esperienza alla guida del Bari nel 2021, ha visto con attenzione anche l’ultima partita contro il Monterosi, in cui il Pescara è stato meno brillante del solito: “Ci sta, ad oggi si devono fare solo i complimenti a chi ha costruito la squadra, il direttore, e al tecnico. Dala prima di campionato si è visto che c’è un gruppo solido. Non era semplice, avendo preso tanti giocatori nuovi in estate. Chi ha giocato a calcio sa che c’è bisogno di tempo per costruire una squadra. Le scelte, invece, sono state azzeccate, anche sugli uomini, oltre che sui calciatori. Io vedo tutto molto positivo. L’atteggiamento è giusto, i giocatori sono sempre propositivi. E questo aspetto va oltre i risultati”, le parole del 49enne originario di Tollo, cresciuto calcisticamente nel Francavilla.

Il giudizio sull’inizio di stagione dei biancazzurri, 4 vittorie, un pareggio e una sconfitta, non può non essere positivo. “Finora solo un ko contro il Crotone, una squadra partita per vincere, ma il Pescara non è stato inferiore. Come in tutte le categorie, ogni squadra ha giocatori di qualità che fanno la differenza: quella sera è stato Chiricò a determinare una partita da pareggio. Il Pescara, se mantiene questo ritmo e la testa attuale, può arrivare in fondo alla fine della stagione”.

La squadra è competitiva per vincere il campionato? “Ho seguito quasi tutte le partite, ho visto i gol di tutti i gironi. La Lega Pro è calata moltissimo a livello qualitativo. Le squadre più preparate allestite in estate, quest’anno più che mai faranno la differenza. Il Catanzaro gioca in maniera semplice e segna tre, quattro gol a partita. A parte poche squadre, il campionato è livellato verso il basso. In questo contesto il Pescara se la potrà giocare benissimo”.


Colonnello sta apprezzando molto alcuni giocatori della squadra di Colombo: “Kraja e Lescano mi piacciono molto. L’attaccante fa gol con naturalezza, se arriverà in doppia cifra, aiuterà il Pescara a raggiungere l’obiettivo. E poi c’è Delle Monache: se ingrana, può fare la differenza”.

Dopo l’esperienza all’Aek Atene (con cui ha debuttato in panchina in Europa League) e al Bari, come vice di Massimo Carrera, cosa bolle in pentola per il futuro da allenatore di Gianluca Colonnello? “Con Massimo sono stato benissimo, posso solo ringraziarlo per la doppia grande opportunità che mi ha dato. Il nostro rapporto è sempre buonissimo, auguro anche a lui di ripartire al più presto. Se lo merita, anche vedendo in giro la situazione-allenatori... Un altro esempio di allenatore di valore assoluto e di qualità, che stimo molto, è quello di Eusebio Di Francesco: ancora oggi non riesco a capacitarmi del fatto che non sia già ripartito. In tutte le carriere di un allenatore, ci sono dei momenti di stallo, ma secondo me lui meriterebbe, per quello che ha dimostrato a livello tecnico e tattico, una nuova chance importante”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, l'ex Colonnello vota il Delfino: "Squadra costruita per vincere"
IlPescara è in caricamento