rotate-mobile
Politica

Nuovo incontro in Comune per discutere dell'adeguamento del trasporto pubblico scolastico alle norme anti Covid

L'assessore comunale Albore Mascia interviene a margine del tavolo di confronto che si è tenuto oggi sul delicato tema del trasporto pubblico scolastico

L'assessore comunale Albore Mascia ha fatto il punto della situazione per quanto riguarda il trasporto pubblico scolastico, dopo il vertice che si è tenuto oggi in Comune assieme alla Tua, Trenitalia e Regione per discutere delle nuove linee guida appena pubblicate dal Governo, e con la decisione del presidente Marsilio di posticipare l'apertura delle scuole in Abruzzo al 24 settembre.

Diverse le criticità emerse, anche se i 10 giorni in più concessi con lo spostamento della data di apertura dell'anno scolastico sicuramente permetteranno di affrontare al meglio il momento difficile del ritorno sui banchi di scuola e il conseguente uso dei mezzi pubblici. La Regione ora dovrà attuare un documento che verrà recepito dall'azienda di trasporto pubblico in base alle esigenze locali, con obbligo del mantenimento del distanziamento di almeno 1 metro e l'uso della mascherina.

La possibilità che ci è offerta oggi di lavorare all'80% di carico, che poi se andrà bene sarà un 70% effettivo, combinata con un 20% di didattica a distanza e con un 5% fisiologico di calo nell'utilizzo del mezzo pubblico, dovrebbe darci un buon aiuto fa sapere il rappresentante della Tua Piscitelli.

Proseguono inoltre gli incontri con gli istituti scolastici per pianificare ingressi ed uscite scaglionate ed intelligenti per evitare sovraffollamenti negli orari critici ha ricordato l'assessore

Domani in Regione si chiuderà il bando rivolto ai player privati, chiamati ad offrire i loro mezzi per il trasporto scolastico ed extraregionale: la necessità stimata sul territorio è di 280 mezzi in più, con un investimento totale, per quanto riguarda i servizi scolastici aggiuntivi, di 6 milioni e mezzo di euro. Restano comunque, come sottolinea Tua, tutte le difficoltà legate a turni e corse, che richiederanno uno sforzo organizzativo non di poco conto

Trenitalia inoltre si prepara a rimodulare l'offerta sia sulla direttrice Adriatica che in quella Sulmona - Chieti, per gli studenti che arrivano a Pescara da fuori provincia promuovendo anche una campagna di sensibilizzazione per l'uso della mobilità integrata non solo ferro - gomma ma anche con bici e monopattini.

Su questo fronte lavoriamo ormai da un anno  anche con scuole e aziende, con il progetto sperimentale Pesos. Abbiamo introdotto in città cinquecento monopattini e sono in allestimento gli ecomobility point, punti di scambio per biciclette a pedalata assistita

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo incontro in Comune per discutere dell'adeguamento del trasporto pubblico scolastico alle norme anti Covid

IlPescara è in caricamento