rotate-mobile
Politica

Stop all'uso delle colombe "nuziali": il consiglio comunale chiede l'ordinanza al sindaco

Ad avanzare la proposta, approvata in aula, è stato il consigliere del M5s Paolo Sola che chiede di vietare anche l'utliizzo di qualsiasi altro animale in occasione di matrimoni, feste e fiere: "Un segnale importante per arrivare a una rivoluzione culturale"

Passa l'ordine del giorno avanzato dal consigliere comunale Paolo Sola (M5s) con cui si chiede al sindaco di firmare un'ordinanza che vieti il volo di colombe e qualunque altro utilizzo improprio di animali in occasione di matrimoni, feste e fiere cittadine.

La proposta è arrivata in consiglio comunale dopo quanto avvenuto nei giorni scorsi quando sette colombe sono state liberare subito dopo un matrimonio celebrato a Palazzo di Città. Quattro di queste sono state recuperate (due delle quali ferite) grazie all'Enpa e la volontaria e attività Elena Pesce, altri volontari e le guardie giurate volontari del wwf Abruzzo. Delle altre tre non si è più avuta notizia e il timore è che siano morte perché, è stato più volte spiegato dalle associazioni e i volontari, incapaci di vivere in libertà essendo cresciute in cattività e dunque facili prede, ad esempio, di gabbiani e altri uccelli più grandi. I quattro esemplari recuperati sono stati tutti portato al centro recupero animali selvatici di Pescara ed è lì che sono stati presi in cura.

E' stato quindi Sola con il Movimento 5 stelle a raccogliere l'appello perché il sindaco prendesse l'impegno di sottoscrivere un'ordinanza per porre fine “a questo scempio”, sottolinea Sola. Un segnale importante per iniziare a lavorare ad una vera e propria rivoluzione culturale, che parta da piccoli gesti di consapevolezza: dalla formazione e dall'informazione, partendo dalle scuole e dai bambini, per sviluppare empatia e sensibilità. Una società più vicina agli animali, non potrà che essere una società più 'umana'”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop all'uso delle colombe "nuziali": il consiglio comunale chiede l'ordinanza al sindaco

IlPescara è in caricamento