rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Politica

Botta e risposta fra Stella (M5s) e l'assessore Quaresimale sull'erogazione delle borse di studio universitarie

La consigliera pentastellata aveva chiesto spiegazioni per i ritardi nell'erogazione delle borse di studio dell'anno accademico 2020/2021

Botta e risposta a distanza fra la consigliera regionale del M5s Barbara Stella e l'assessore regionale Pietro Quaresimale, in merito all'erogazione delle borse di studio universitarie dell'anno accademico 2020/2021. La Stella, infatti, aveva segnalato come molti contributi agli studenti beneficiari non siano stati ancora pagati, soprattutto per l'Adsu Chieti - Pescara:

"Da un paio di mesi è ormai cominciato il nuovo anno accademico nelle nostre università e alcune Aziende per il Diritto allo Studio Universitario della Regione hanno già pubblicato le graduatorie provvisorie degli idonei per merito e per reddito alla borsa di studio per il nuovo anno. Nei mesi scorsi la giunta regionale di centrodestra aveva promesso alle famiglie e agli studenti che avrebbero stanziato ulteriori fondi per garantire a tutti gli idonei 2020/2021 questo beneficio, un sostegno economico che ricordo serve a tutelare e a garantire il diritto allo studio universitario. Purtroppo, al di là delle dichiarazioni di intenti, ad oggi molte famiglie e studenti stanno ancora attendendo di ricevere quanto loro promesso”.

La Stella aveva evidenziato che l'erogazione delle borse di studio debba essere una priorità per la giunta regionale, che però arriva sempre in ritardo:

Mi auguro che le risorse vengano erogate nel più breve tempo possibile e che non si ripeta la stessa situazione per l’anno accademico in corso. Tengo a sottolineare che le borse sono uno strumento che può permettere a tanti studenti di proseguire gli studi nonostante le numerose difficoltà economiche che le famiglie hanno attraversato anche a causa della pandemia”.

L'assessore Quaresimale ha invece replicato che tutte le borse di studio verranno erogate aggiungendo che le aziende per il diritto allo studio di Teramo e l'Aquila hanno già provveduto ai pagamenti, mentre per l’Adsu di Pescara-Chieti, si sta attendendo che si perfezioni il percorso amministrativo attraverso cui lo Stato consente di pagare le borse di studio:

“La spesa complessiva è di poco superiore a 5 milioni di euro e possiamo dire che, per la prima volta, verranno soddisfatte tutte le richieste. Il fatto, poi, di finanziare tutte le borse di studio in graduatoria ci consentirà, per il prossimo anno accademico 2021-22, di ricevere una premialità di fondi dal Governo, pari al 15 per cento in più”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botta e risposta fra Stella (M5s) e l'assessore Quaresimale sull'erogazione delle borse di studio universitarie

IlPescara è in caricamento