menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pettinari torna ad attaccare la giunta Marsilio sui fondi per le imprese: "Solo promesse ma le aziende sono al collasso"

Il consigliere regionale critica il centrodestra per non aver provveduto ad erogare tutti i contributi a fondo perduto per le imprese, con continui slittamenti e promesse

Solo promesse e continui slittamenti per i pagamenti dei contributi a fondo perduto per le imprese da parte della giunta Marsilio. Nuovo attacco del consigliere regionale e vicepresidente Pettinari, del m5s, al centrodestra sulla questione dei fondi per le aziende abruzzesi.

Per Pettinari, la situazione è drammatica e ormai dalla giunta arriverebbero solo promesse mai mantenute ed autocelebrazioni sul lavoro fatto, per i fondi stanziati per lavoratori autonomi titolari di partita Iva e in grave crisi di liquidità per preservare le attività economiche a causa delle ricadute della pandemia che purtroppo si fa sentire ancora in modo pesante con le restrizioni in vigore.

“Ma a quasi un anno dall’inizio della pandemia ci troviamo ancora inondati da parole e promesse mentre la realtà dei fatti è una sola: delle 46.055 istanze presentate risulterebbero, ad oggi, ammesse a contributo solo 19.503 domande, di cui solo circa 11.399 sembrano essere state liquidate, per un importo di € 10.910.353,41 a fronte di un importo complessivo che dovrebbe aggirarsi sui € 57.686.828,76. Una congestione da parte di Regione Abruzzo che si traduce nella disperazione di migliaia di imprese abruzzesi che ormai sono allo stremo e che aspettano che la Regione metta a sistema sia i fondi regionali che quelli che sono arrivati dallo Stato e dall’Europa”. 

Pettinari ricorda di aver presentato un'interrogazione ad ottobre e nell'ultimo consiglio regionale, ricevendo solo promesse o risposte confusionarie.

Stiamo parlando della vita di migliaia di cittadini che devono fare i conti con una crisi economica mai vista prima. Se i fondi dallo Stato e dall’Europa sono stati erogati ci devono spiegare perché le pratiche in Regione Abruzzo sono ferme al palo e procedono con una lentezza inaccettabile visto il momento in cui ci troviamo.

I soldi ci sono, la somma complessiva a disposizione del dipartimento sviluppo economico-turismo dovrebbe essere di € 57.272.818,37 e dovrebbero derivare, 19.366.371 dotazione iniziale; € 30.000.000,00 risorse Par-Fsc 2014/2020- Dgr 663 del 2 novembre 2020- disimpegno delle risorse dal dipartimento Agricoltura e 7.906.447,37 risorse di cui all’art 22 del Dl 30 novembre 2020, n.157 ( Decreto ristoro)- Dgr 839 del 22 dicembre 2020.

Il consigliere chiede spiegazioni sulla mancata erogazione di questi fondi, dando tempi certi ai cittadini disperati, promettendo di continuare a vigilare sulla vicenda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

  • Cura della persona

    Soap brows: come ottenere le sopracciglia “insaponate”

  • Salute

    Cos’è la stanchezza primaverile e come combatterla

Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento