rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Politica

Parcheggi lungo le riviere, scoppia la polemica sulla strada parco

Torna anche quest'estate al centro del dibattito cittadino e politico la questione dell'utilizzo della Strada Parco per i parcheggi estivi. Pescara Mi Piace: "Caos e multe, un incubo per i bagnanti"

Torna al centro del dibattito politico e cittadino la questione parcheggi estivi. Con l'ultima domenica di giugno, che solitamente sancisce l'inizio della stagione balneare, scoppia anche la polemica relativa alla mancanza di posti auto e sulle conseguenti multe a raffica comminate dalla Polizia Municipale.

Ad attaccare l'amministrazione comunale è Pescara Mi Piace, neo formazione di centrodestra guidata dall'ex assessore e vicesindaco Fiorilli, che critica la giunta per non aver allestito i parcheggi sulla Strada Parco.

Una lunga colonna di auto in fila indiana, che marciava a passo d’uomo, alla ricerca disperata di un parcheggio introvabile, e intanto l’aria intrisa dallo smog e irrespirabile su tutta la riviera nord, decine di auto in sosta direttamente sul nuovo marciapiede, lato mare, senza alcun controllo, a ridosso delle nuove aiuole, tra ciclisti e pedoni costretti a fare la gimcane per non essere investiti. È il triste spettacolo a cui stamane abbiamo assistito con il prevedibile pienone sulle spiagge, tipico dell’ultima domenica di giugno, uno spettacolo che sarebbe stato evitabile se l’attuale amministrazione comunale avesse consentito il ripristino del parcheggio estivo sulla strada-parco nel fine settimana. Un esperimento da me voluto, durante la giunta Albore Mascia, che ha avuto grande successo e che oggi non si vuole ripetere esclusivamente per un pregiudizio politico"  ha dichiarato Fiorilli, aggiungendo che addirittura il centro Globo ha dovuto chiudere i cancelli per la vera e propria ressa che si era creata a caccia di un parcheggio.

"Purtroppo questa giunta sta brillando solo per errori madornali e inconsapevolezza amministrativa: non solo non ha consentito il parcheggio sulla strada-parco, ma non ha neanche ripristinato le corse speciali per il mare che pure il centro-destra ha sempre garantito, sia sulla riviera nord che sul lungomare sud, utilizzando i bus straordinari e il ‘trenino del mare’." ha concluso Fiorilli che accusa anche il sindaco di immobilismo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parcheggi lungo le riviere, scoppia la polemica sulla strada parco

IlPescara è in caricamento