rotate-mobile
Politica

Entro maggio in consiglio comunale le modifiche al Piano urbano di mobilità sostenibile

Lo ha fatto sapere l'assessore Albore Mascia illustrando alcune delle novità che saranno contenute nel documento per il riassetto della mobilità in città

Sarà presentato entro maggio con le modifiche apportate il Piano urbano di mobilità sostenibile della città di Pescara, per un riassetto globale e specifico della mobilità sostenibile ed ordinaria in città. Lo ha fatto sapere l'assessore Albore Mascia, Prima ci sarà il passaggio in commissione mobilità, per poi approdare in consiglio.

L'obiettivo è dare maggiore fluidità ed efficienza agli spostamenti dei mezzi privati e pubblici, diminuendo l'inquinamento ed incentivando l'uso dei mezzi pubblici e della bicicletta, ed ancora sostenibilità anche nel trasporto merci, consegna esercizi commerciali anche nelle zone a traffico limitato:

Insomma è il disegno della città che verrà, che deve tenere conto non solo dell'aspetto tecnico e ambientale, ma anche delle realtà economiche e sociali esistenti e delle loro proiezioni di sviluppo. La mobilità interna della città deve inoltre risolvere la questione dell’accessibilità al centro cittadino dai quartieri collinari: a questo proposito è da prevedere un servizio pubblico di collegamento diretto, che attraverso l’uso di mezzi esclusivamente ecologici incentivi il trasporto dalla parte alta a quella bassa della città

IN REVISIONE TUTTI I PROGETTI DELLE NUOVE PISTE CICLABILI

Nel Pums è compresa anche l'attivazione della filovia, oltre ai quattro circuiti perimetrali di delimitazione e tre assi di attraversamento (dorsali) per 50 km e raccordi di collegamento:

Complessivamente il Pums si pone l’obiettivo strategico di giungere a una quota modale degli spostamenti urbani non motorizzati pari al 50% di cui almeno il 15% ciclabili. Per quanto riguarda le opere previste nel medio periodo il piano prende in considerazione la filovia, la viabilità del parco centrale (progetto Area di risulta), i parcheggi di scambio, così come previsti negli indirizzi strategici, e il prolungamento dell'asse attrezzato, nelle settimane scorse finanziato da Anas.

Nel lungo periodo troveranno attuazione l'hub intermodale, il collegamento tra strada comunale Prati e via Colle Innamorati e lo svincolo di colle Caprino. Il piano è stato integrato con le tante opere che stiamo concludendo in questi giorni e che passano anche attraverso la riqualificazione complessiva di importanti arterie  come, ad esempio, via Pepe, e la realizzazione di infrastrutture di servizio come le ciclostazioni che andremo a inserire in aree strategiche quali le stazioni ferroviarie e l'ospedale

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entro maggio in consiglio comunale le modifiche al Piano urbano di mobilità sostenibile

IlPescara è in caricamento