menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le richieste del sindaco Masci alla Asl per migliorare la campagna vaccinale a Pescara: "Stop a file e attese al freddo"

Il primo cittadino ha convocato una riunione straordinaria alla presenza dei vertici della Asl di Pescara, dell'assessore Seccia e del comandante della polizia municipale Palestini

Il sindaco di Pescara ha convocato questa mattina un tavolo tecnico con i vertici Asl e alla presenza dell'assessore alla protezione civile Seccia, del comandante della polizia municipale Palestini, del dirigente del settore innovazione del Comune Santucci per fare il punto dello stato della campagna di vaccinazione in città. Per la Asl erano presenti il manager Ciamponi, il direttore sanitario Caponetti e il dirigente medico Di Luzio.

Masci ha voluto esporre alcune richieste da attivare dopo aver ricevuto segnalazioni e valutato la situazione sia sul fronte sanitario che sul fronte dell'organizzazione logistica delle somministrazioni. Il sindaco chiede di tenere le vaccinazioni degli ultraottantenni al PalaVecci dal mercoledì fino alla domenica compresa, per favorire la disponibilità degli accompagnatori e di spostare le vaccinazioni del personale della scuola al lunedì e martedì iniziando in tempi brevi anche la profilassi per le categorie fragili.

Inoltre ha richiesto di coinvolgere i medici di base nell’attività di somministrazione, come sta avvenendo in varie zone d’Italia; di far in modo che la Asl invii ai prenotati preventivamente, via e-mail, la documentazione da compilare già a domicilio e da portare con se al PalaBecci, questo allo scopo di evitare lungaggini e favorire quindi il rispetto degli orari degli appuntamenti; infine, di potenziare il numero delle postazioni con gli addetti deputati alla somministrazione delle dosi per l'immunoprofilassi. 

Il Comune ha offerto alla Asl la disponibilità di una piattaforma digitale comunale per gestire gli elenchi delle manifestazioni d'interesse, mantenedola aperta alle prenotazioni per chi non ha fatto in tempo entro il 28 febbraio. Il manager Ciamponi ha fatto sapere che riporterà tutte le richieste all'assessore Verì nel pomeriggio di oggi 2 marzo.

La strada da percorrere, insomma, non può che essere la seguente: niente più file, niente più vaccinazioni di anziani insieme ad altre categorie, niente più attese in piedi e fuori dal PalaBecci del Porto Turistico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento