rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Politica

M5s all'attacco contro la giunta Masci sui conti del Comune: "Si rischia la bancarotta e nessuno controlla"

I consiglieri pentastellati tornano sul parere espresso dalla Corte dei Conti in merito al saldo delle casse comunali di Pescara

Duro attacco dei consiglieri comunali del M5s all'amministrazione Masci, in merito al parere espresso dalla Corte dei Conti sullo stato delle casse dell'ente che ha espresso alcune perplessità e criticità. Ieri 4 febbraio durante la seduta del consiglio comunale è proseguita la discussione sul Dup e sul bilancio di previsione 2022/2024, ed i consiglieri pentastellati hanno parlato di un documento contabile non veritiero presentato dal centrodestra, e dunque un dibattito per qualcosa che dovrà essere corretto e che è stato bocciato dalla corte stessa:

"Non è accettabile ascoltare le parole dell’assessore al bilancio, Eugenio Seccia, o peggio ancora delsSindaco Carlo Masci che pensano di liquidare questa vicenda come un allarmismo inutile o una semplice speculazione giornalistica. Le criticità contestate sono tante, e abbiamo chiesto di sospendere ogni discussione fino a quando non saranno predisposti e illustrati in aula tutti i correttivi che ha richiesto la Corte dei Conti”. Gli aspetti sollevati vanno dalla mole milionaria di debiti fuori bilancio, raddoppiati in un solo anno (dal 2019 al 2020), all’utilizzo sconsiderato del fondo di riserva per finanziare manifestazioni e rinnovare gli arredi di Palazzo di Città, fino a migliaia di euro di interessi che il Comune continua a pagare chiedendo soldi in anticipo per le spese correnti."

Secondo i consiglieri Alessandrini, Sola e Di Renzo l'amministrazione Masci in due anni e mezzo è riuscita ad aggravare una situazione già delicata per le casse comunale, compromettendo tutti i sacrifici fatti in questi anni dai cittadini con il predissesto che si concluderà solo nel 2024 e sette anni di tassazioni locali alle aliquote massime

"E a questo l’amministrazione Masci risponde spendendo soldi che non ha, continuando ad accumulare debiti e spacciando per liquidità somme chieste in anticipo alla Cassa Depositi e Prestiti. Una situazione gravissima che rischia di mandare l’Ente gambe all’aria, nell’indifferenza di una classe politica e dirigente incapace e dannosa per la città”. I consiglieri hanno anche chiesto una serie di sedute speciali del consiglio comunale e delle commissioni finanze controlloe garanzia, alla presenza di tutte le figure politiche e amministrative coinvolte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

M5s all'attacco contro la giunta Masci sui conti del Comune: "Si rischia la bancarotta e nessuno controlla"

IlPescara è in caricamento