Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica

Aree di risulta, D'Incecco: "Pescara sostenibile, bella, giovane e con respiro europeo"

Il capogruppo della Lega in consiglio comunale commenta positivamente l'approvazione degli elaborati tecnici del progetto di riqualificazione della zona

Il capogruppo della Lega in consiglio comunale, D'Incecco, commenta positivamente l'approvazione degli elaborati tecnici del progetto di riqualificazione delle aree di risulta. Secondo l'esponente del Carroccio, il via libera al bando comunitario "proietta l'abito della città come sostenibile, bella, giovane e con respiro europeo".

Pescara, dunque, avrà "il Parco Centrale con tanti parcheggi, un terminal nuovo e tanti servizi degni di una città in pieno sviluppo. Dopo anni e anni finalmente inizia la procedura che vedrà rivoluzionata la zona delle aree di risulta. 56 milioni di euro, un bando europeo, tanto lavoro di tecnici e la passione di tanti amministratori comunali e regionali permetteranno a Pescara di chiudere una parentesi aperta da troppo anni. Siamo orgogliosi perché rimarremo nella storia".

Con la delibera approvata dalla giunta Masci, spiega D'Incecco, "si prospetta un intervento da 56 milioni di euro, ripartito nella realizzazione di opere nei seguenti ambiti: un grande parco centrale da 66mila metri quadrati, il secondo più grande del capoluogo dopo la pineta dannunziana, con fontane ed elementi di pregio per l’arredo urbano; parcheggi a silos di qualità urbanistica ed edilizia e un parcheggio interrato, per una dotazione di circa 2500 posti auto per la sosta, oltre a un’area commerciale e residenziale e un nuovo terminal bus".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aree di risulta, D'Incecco: "Pescara sostenibile, bella, giovane e con respiro europeo"

IlPescara è in caricamento