Politica Montesilvano

Fini a Montesilvano: "Se gli italiani mi diranno basta, farò altro"

Il leader di Futuro e Libertà ha incontrato gli iscritti ieri sera al Sea Lion. Sulle votazioni future, il presidente della camera ha dichiarato: "Serve una riforma elettorale condivisa"

Gianfranco Fini ha incontrato ieri sera gli iscritti del Fli a Montesilvano, sottoponendosi alle domande dei giornalisti. Come prima cosa, il presidente della camera ha parlato delle primarie del Pdl: "Mi fa piacere quello che ha detto Alfano, cioè che se ci sono indagati lui non corre alle primarie. Spero che sia altrettanto esplicito in occasione delle elezioni politiche, vale a dire che non candidi non gli indagati, per carità, ma i rinviati a giudizio, i condannati in primo grado. E' possibile che la politica non capisca che per candidarsi si debba essere nelle stesse condizioni di chi vuole fare l'amministratore di un condominio, cioè al di sopra ad ogni sospetto?".

Sulla sua eventuale rielezione, Fini ha dichiarato: "Se gli italiani mi diranno basta farò altro. Però il rinnovamento non è sempre un dato anagrafico. E' puerile dire che oltre una certa età devi andare in pensione, largo ai giovani. Se sarò ancora scelto dagli italiani per rappresentarli in Parlamento, continuerò". Sul tema della riforma elettorale, il leader di Futuro e Libertà ha auspicato una larga condivisione: "Spero che tutti siano coscienti che chi si prende la responsabilità di dire no, poi paga un costo salato, e se non si dovesse fare la riforma della legge elettorale la credibilità del sistema sarebbe ancora inferiore".

E' essenziale, secondo Fini, che il cittadino "abbia il diritto di scegliere deputati e senatori. E' vero che la preferenza può causare lievitazione delle spese, ma si può pensare a qualche correttivo, come la fissazione di un tetto di spesa massimo". Un'ultima battuta, infine, sul presidente del consiglio Mario Monti, di cui ieri ha parlato anche Pier Ferdinando Casini nel corso di un incontro pubblico all'auditorium Petruzzi: "Monti è uno di quegli uomini che hanno tutti i requisiti, se il Parlamento lo vorrà, per andare al Quirinale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fini a Montesilvano: "Se gli italiani mi diranno basta, farò altro"

IlPescara è in caricamento