rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Politica

L'assessore Di Nisio al M5s: "Bugie elettorali sui fondi per le adozioni dei cani di via Raiale, basta leggere i documenti"

Dopo il nuovo attacco del consigliere Sola (M5s) l'assessore risponde: 4mila 200 i fondi stanziati e nessuna richiesta dai privati con quella somma impegnata già per la Lega del Cane che ne ha adottati diversi. "I fondi non sono magicamente sparisti, sono semplicemente stati impegnati. Presto novità sulla nuova struttura"

“Basta con le bugie elettorali del Movimento 5 stelle sull'ex canile di Pescara”. Con queste parole l'assessore comunale al Benessere animale Nicoletta Di Nisio inizia la replica con cui risponde in particolare al consigliere comunale Paolo Sola che è tornato a ribadire che ci sarebbero fondi residui tra quelli stanziati (un contributo una tantum di mille e 100 euro) per chi avesse adottato uno dei cani di via Raiale, chiedendo quindi che si dia seguito alla mozione con cui chiedeva di usarli per le sterilizzazioni.

Quei fondi, ribadisce quindi Di Nisio come già fatto nel consiglio comunale in cui la mozione fu approvata, non ci sono più e non perché sono stati spariti, ma perché sono stati impegnati.

Entrando nel dettaglio l'assessore sottolinea quindi che “contrariamente a quanto afferma il Movimento 5 Stelle, nessuno dei cittadini che ha adottato un cane ha seguito la procedura indicata dal Comune e quindi nessuno ha avuto accesso a quel beneficio”. Questo perché, spiega raggiunta telefonicamente da IlPescara, molti dei cani sarebbero stati adottati prima di quella delibera datata 3 novembre 2023 entrata in vigore dal momento dell'approvazione. Non solo. I famosi 4mila 200 euro stanziati per l'anno 2023 e che sarebbero gli unici fondi stanziati e previsti, sono stati assegnati alla Lega del cane che degli ospiti della struttura che ha gestito fino alla chiusura, ne ha adottati cinque.

Una somma assegnata, rimarca Di Nisio, con una delibera del 29 dicembre. Cani che ora, riferisce, “la Lega sta custodendo nel terreno messo a disposizione dall'imprenditore Daniel Kihlgren”.

“Dalla Lega del cane, che ha concordato tutti i passaggi con l'amministrazione comunale in vista della chiusura del canile, è pervenuta a gennaio la richiesta di contributo per un anno per l'affido temporaneo dei cinque cani e di altri nove ex ospiti di via Raiale che sempre l'associazione ha collocato a Roma”, dice ancora l'assessore regionale che precisa: “per perfezionare questa richiesta manca una parte della documentazione, il cui invio è stato già sollecitato dagli uffici comunali alla Lega del cane: nel momento in cui gli uffici riceveranno tutto, il Comune potrà provvedere a impegnare l'ulteriore somma necessaria e a liquidare il tutto”.

Dunque per quei cani adottati dai privati che secondo Sola avrebbero dovuto usufruire del contributo in realtà il contributo non è mai stato previsto perché le adozioni sono state antecedenti e nessuna richiesta sarebbe arrivata per averlo quel contributo dopo che lo stanziamento, valido da quel momento, è stato fatto. “I fondi insomma – ribadisce quindi Di Nisio - non sono affatto spariti magicamente, come dicono i pentastellati, ma sono destinati al mantenimento dei cani che vivevano nel canile, quei cani che il M5S diceva di dover difendere e che ora ha dimenticato, perché la priorità è diventata il gattile”.

Una polemica che dunque sarebbe stata montata sul nullo per l'assessore dato che l'unica somma mai messa a disposizione era quella dei 4mila 200 euro impegnati ora in favore della Lega del cane. “La documentazione è a disposizione del Movimento 5 Stelle: sarebbe bastato leggerla per evitare di diffondere informazioni prive di fondamento”.

Per la Di Nisio una campagna elettorale basata su notizie fasulle e iniziata quando “prima della chiusura della struttura i pentastellati hanno fomentato i cittadini diffondendo notizie senza fondamento e illudendo i pescaresi che sarebbe stato possibile sanare il totale abusivismo del canile con pochissimi lavori, fino ad avviare una raccolta fondi per questi presunti interventi risolutivi”.

Approfittiamo anche per chiederle a che punto si è con la convenzione da stipulare con il Comune di Spoltore per avere il terreno su cui realizzare il nuovo e atteso canile. “Siamo andati avanti e la prossima settimana – conclude – saremo in grado di dare nuove comunicazioni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assessore Di Nisio al M5s: "Bugie elettorali sui fondi per le adozioni dei cani di via Raiale, basta leggere i documenti"

IlPescara è in caricamento