Politica

Picciano: elezioni 2011, intervista a Massimo Longaretti

Intervista a Massimo Longaretti, candidato sindaco per la lista "Picciano Protagonista": creare posti di lavoro per i giovani, promuovere risparmio energetico e assicurare trasparenza amministrativa

Per la lista “Picciano Protagonista” abbiamo intervistato il candidato sindaco Massimo Longaretti.

Quali sono i punti principali del suo programma elettorale?

“Il primo punto da affrontare riguarda il risparmio energetico e lo sfruttamento delle energie rinnovabili. Siamo assolutamente contrari alla costruzione della centrale termoelettrica e abbiamo fatto ricorso al Tar per bloccarne la realizzazione, dal momento che sono presenti diversi errori nella domanda di approvazione del progetto. Attraverso impianti fotovoltaici intendiamo fornire energia gratis a 50 famiglie, per 20 anni. Nostro obiettivo fondamentale è la trasparenza amministrativa con il potenziamento del sito internet e la pubblicazione on-line delle deliberazioni della vita politica di Picciano. È necessaria anche la creazione di un'anagrafe dei candidati eletti, che contenga tutte le informazioni sulla formazione e l'attività di ogni singolo consigliere. La realizzazione di una Cooperativa sociale potrebbe essere una soluzione per ridurre la crisi lavorativa, che ha costretto molti residenti ad andare fuori per trovare lavoro. La Cooperativa ci consentirebbe di assumere molti abitanti del posto, favorendo così anche il ripopolamento del centro storico. Altro obiettivo è l'assegnazione di borse di studio agli allievi più meritevoli e agevolare, in questo modo, le famiglie più disagiate. Vogliamo creare un gruppo della Protezione Civile che si occupi della sicurezza dei cittadini e della tutela del territorio  e potenziare il piccolo distretto sanitario, polo distaccato dell'ospedale di Penne. Intendiamo sviluppare i prodotti tipici locali e creare indotti attorno al Museo delle Tradizioni delle Arti Contadine al fine di rivalutare il centro storico di Picciano. Altro punto di grande rilievo è l'installazione di programmi wi-fi su tutto il territorio per favorire l'accesso in  rete. Tra i provvedimenti previsti dal programma rientrano anche la costruzione di nuovi spazi ludici e contemporaneamente il rilancio delle arre verdi. L'attuale assetto urbanistico risale alla metà degli anni '80, proponiamo dunque un piano più confacente alle esigenze della comunità odierna. Infine proponiamo di attuare politiche di valorizzazione delle famiglie e di sostegno dei più deboli, realizzando servizi educativi, sociali e sanitari.”

 Come giudica la situazione di Picciano?

“Il principale problema del paese è legato al lavoro. I giovani si vedono costretti ad andare a Penne, Pescara o altri centri più grandi perchè la nostra realtà non offre nessuna prospettiva di occupazzione. Prevediamo che la creazione della Cooperativa Sociale possa offrire posti di lavoro per molti residenti che, a causa della crisi, si sono trovati senza lavoro o in cassa d'integrazione.

Perchè i cittadini dovrebbero votarla?

“Mi occupo delle vicende politiche di Picciano dall'età di 14 anni, dunque conosco bene il mio paese. Sono in grado di offrire proposte concrete e sono pronto a mettermi a completa disposizione della comunità.”

Quali sono le tre priorità che intende affrontare se venisse eletto?
“La mia attenzione è rivolta principalmente ai ragazzi, quindi per prima cosa realizzerei una Cooperativa Sociale. In secondo luogo provvederei alla costruzione di impianti fotovoltaici che permettono di fornire energia gratis, per 20 anni, a 50 famiglie aventi difficoltà economiche. Importante è inoltre assicurare la trasparenza amministrativa, mettendo in sintonia i cittadini e la cosa pubblica e stimolando la partecipazione attiva della comunità alla politica.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picciano: elezioni 2011, intervista a Massimo Longaretti

IlPescara è in caricamento