menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Di Iacovo contro il catcalling: "Se una pratica infastidisce, umilia o imbarazza una donna, va evitata"

Il consigliere comunale dice la sua sul dibattito del momento e cita addirittura il celebre quadro di Francesco Paolo Michetti 'La Figlia di Iorio', che effettivamente già all'epoca documentava - in forma figurativa - tale usanza

Il consigliere comunale del Pd Giovanni Di Iacovo ritiene «inquietante» che ci debba essere «un dibattito "pro e contro" persino sul catcalling». Dopo la denuncia di Aurora Ramazzotti, da alcuni giorni tiene banco in Rete la discussione su coloro che fischiano alle ragazze lanciandosi in complimenti non richiesti. A tale proposito, Di Iacovo non ha dubbi:

«Se una pratica infastidisce, umilia, crea imbarazzo, molesta o fa sentire minacciata una donna, va evitata. Punto. Agli uomini che minimizzano, farei immaginare se ti arriva un omaccione che ti segue per strada facendo commenti pesanti e complimentandosi con tua mamma per averti fatto così e cosà. Io poi non chiamo con un fischio neanche i miei due gatti».

Di Iacovo conclude poi la sua considerazione citando addirittura il celebre quadro di Francesco Paolo Michetti 'La Figlia di Iorio', che effettivamente già all'epoca documentava - in forma figurativa - l'usanza del catcalling: «Mi vengono in mente le parole di D'Annunzio che accompagnarono la creazione del capolavoro di Michetti, 'La Figlia di Iorio': "Giovane donna inseguita da una torma di mietitori imbestialiti dal sole, dal vino e dalla lussuria"», conclude il consigliere comunale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento