rotate-mobile
Politica

Chiusura Penelope a Mare, il commento di Sospiri: "Danno economico e d'immagine"

Parla il capogruppo regionale di Forza Italia: "Sarebbe stato molto più opportuno adottare altri provvedimenti, come l’avvertimento, il richiamo, persino una sanzione economica, ma la chiusura è davvero un’iniziativa abnorme"

“Se è vero che le regole vanno rispettate da tutti, e' altrettanto vero che esiste una gradualità nella sanzione di chi eventualmente sbaglia: chiudere oggi, ad agosto, uno stabilimento come Penelope a Mare, che rappresenta una delle perle nella nostra martoriata riviera, significa causare un danno economico e d’immagine di proporzioni enormi non solo ai titolari, ma anche alle decine di persone che vi lavorano”.

È il commento del capogruppo di Forza Italia alla Regione Abruzzo, Lorenzo Sospiri, in riferimento al dispositivo di chiusura dello stabilimento Penelope a Mare.

“Prima della chiusura - afferma l'esponente azzurro - sarebbe stato molto più opportuno, a nostro giudizio, adottare altri provvedimenti, come l’avvertimento, il richiamo, persino una sanzione economica, ma la chiusura è davvero un’iniziativa abnorme, peraltro comminata non per un problema di ordine pubblico, ma per un sovrannumero di presenze. Tale iniziativa è veramente lo specchio dell’inadeguatezza di quel sindaco, Alessandrini, e di quell’amministrazione Pd che oggi governano la nostra città”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusura Penelope a Mare, il commento di Sospiri: "Danno economico e d'immagine"

IlPescara è in caricamento