Politica Ospedale

Chiusura centro giovanile "Lo sPaz": commenti e reazioni

Parlano i consiglieri d'opposizione del centrosinistra Sclocco e Di Iacovo e Sola ed Alessandrini del M5s che attaccano il Comune per la decisione di revocare l'uso degli spazi in via del Circuito

Dure critiche all'amministrazione comunale Masci da parte dei consiglieri comunali d'opposizione, sia del centrosinistra che del M5s, in merito alla decisione di concedere gli spazi di via Del Circuito attualmente occupati dal centro di aggregazione giovanile "Lo sPaz" al Liceo Mibe. Il bando di riassegnazione dell'ex scuola di via Fabio, infatti, è stato annullato e di fatto il centro si trova senza una sede e quindi sarà costretto a chiudere.

Secondo i consiglieri Sclocco e Di Iacovo, ex assessori alle politiche giovanili in Regione ed in Comune, si tratta di una scelta grave con il centrodestra che preferisce distruggere invece di creare, sottolineando come la scelta di lasciare gli spazi al Liceo Mibe di fatto porterà ad uno scontro fra ragazzi, fra scuola e vita sociale. Dalla riunione della commissione vigilanza, infatti, sarebbe emerso come la decisione di sfrattare "Lo sPaz" sia esclusivamente arrivata dalla giunta Masci:

Siamo al fianco dei ragazzi e delle ragazze che hanno creato uno spazio libero e plurale, culturale, per la formazione informale e lo sviluppo delle arti e delle capacità di ogni giovane pescarese. Ci opporremo con forza in Consiglio Comunale di lunedì contro questa e contro qualunque altra pratica dell’attuale Giunta che mira a spegnere le politiche giovanili di Pescara.” È convocata inoltre per giovedì 24 ottobre alle ore 11.30, davanti l'Ex Cofa, una Conferenza Stampa di tutto il centrosinistra sul Dup

Dello stesso avviso i consiglieri pentastellati Sola ed Alessandrini, che ribadiscono come non risultano comunicazioni ufficiali sulla richiesta avanzata dalla dirigenza scolastica del Mibe per ottenere i locali, evidenziando come gli stessi spazi di via del Circuito non siano idonei attualmente ad ospitare un polo scolastico con il testo arrivato in giunta che non sarebbe stato scritto nè dall'assessore nè dal dirigente competente:

Tutto questo porta a pensare che ci si trovi ancora una volta di fronte alle ripicche della solita vecchia politica, in cui l'amministrazione che arriva lavora per disfare ciò che ha fatto l’amministrazione precedente, in uno squallido gioco tra le parti in cui a rimetterci sono solo le associazioni che hanno lavorato sul territorio e che vedono svanire il lavoro di anni al cambio di colore del Palazzo. Non vorremmo mai che certe scelte che riguardano i giovani della nostra città, possano dipendere da giochi politici o da piccole vendette partitiche

Per il Movimento 5 Stelle piuttosto che promuovere una guerra tra giovani, mettendo in contrapposizione i ragazzi del liceo artistico con quelli dello Spaz, l'amministrazione dovrebbe lavorare perché i centri di aggregazione, in questo caso giovanili, siano aumentati e non chiusi. E a questo scopo potrebbero essere dedicati anche gli immobili confiscati alla malavita, che dalla prossima settimana diventeranno patrimonio del nostro Comune. Diamo spazi ai giovani e non alle ripicche politiche 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusura centro giovanile "Lo sPaz": commenti e reazioni

IlPescara è in caricamento