rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Politica

L'annuncio dell'assessore Verì: "In Abruzzo arrivano 200 infermieri di famiglia e comunità"

L'assessore regionale alla sanità ha illustrato le caratteristiche ed i compiti della nuova figura professionale

Oltre 200 infermieri di famiglia/comunità stanno per entrare in servizio nel sistema sanitario regionale. Lo ha fatto sapere l'assessore Verì, annunciando la novità che consiste nell'assunzione di infermieri che avranno un ruolo importante e cruciale soprattutto nell'ambito della gestione dell'emergenza Coronavirus.

Grazie al Decreto Rilancio, è diventata concreta la possibilità di assumere queste figure che saranno strategiche, facendo da raccordo fra i cittadini e le comunità scolastiche, ed il servizio sanitario. I dipartimenti di prevenzione delle Asl li impiegheranno per tutte le funzioni connesse, sia a scuola dove saranno a disposizione in caso di contagi, ma anche per la formazione specifica per gli studenti sui comportamenti corretti da tenere per evitare il contagio assistendo i ragazzi e bambini che presentano condizioni di fragilità. Gli interventi saranno domiciliari ed ambulatoriali, sia per pazienti autosufficienti che disabili, in isolamento domiciliare o quarantena.

Obiettivo degli interventi è, da una parte, potenziare con la componente infermieristica l’assistenza domiciliare e la sorveglianza attiva per i pazienti positivi non ospedalizzati (anche in collaborazione con le Usca e i servizi offerti dalle cure primarie) e dall’altra rafforzare l’assistenza ai soggetti fragili e cronici, anche attraverso la collaborazione rafforzata con tutti gli operatori sanitari, riducendo così il carico di prestazioni e servizi ambulatoriali.

L’infermiere di famiglia/comunità, con il medico di fiducia del paziente, cura il monitoraggio dello stato di salute degli assistiti, mediante visite domiciliari, follow up telefonici, dispositivi e strumenti di telemedicina, in modo da evitare che il paziente, soprattutto in fase di emergenza pandemica, sia costretto a rivolgersi ai servizi sanitari quando già presenti riacutizzazioni o complicanze patologiche.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'annuncio dell'assessore Verì: "In Abruzzo arrivano 200 infermieri di famiglia e comunità"

IlPescara è in caricamento