rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Economia

Padovano (Confcommercio) sull'ordinanza del Consiglio di Stato: "Per la Strada Parco passa lo sviluppo di Pescara"

Riccardo Padovano, presidente di Confcommercio commenta la decisione del Consiglio di Stato che ha accolto il ricorso contro il pronunciamento del Tar

«Per la strada parco passa lo sviluppo di Pescara».
A dirlo è Riccardo Padovano, presidente di Confcommercio, che commenta l'ordinanza del Consiglio di Stato sulla strada parco.

«Credo che ora la pubblica amministrazione possa tornare ad amministrare con serenità la cosa pubblica», dice Padovano, «purtroppo la politica negli ultimi anni si è spesso fatta condizionare da alcuni comitati che con la scusa di difendere gli interessi generali vanno speso a difendere una cosa particolare. Questo è un fatto che non ho mai condiviso né quando ero impegnato in politica né oggi che sono nell’associazionismo».  

Poi il numero 1 di Confcommercio aggiunge: «Era impensabile che una pubblica amministrazione dovesse rimanere bloccata e frenata nello sviluppo del territorio che passa anche per il piano traffico, con la possibilità di ridurre i tempi di spostamento in città a causa di problematiche e ricorsi che ci sono stati negli ultimi anni, ritardando questo processo che prevede non il transito delle auto nella strada parco ma di mezzi non impattanti, nell’ambito del Tpl. Abbiamo ingolfato la città di traffico e frenato un progetto che prevede una mobilità migliore per un comitato di cittadini che ritiene che la strada parco sia la strada idonea per passeggiare e per portare a passeggio fido quando sanno bene che c’è la riviera (dove andrà fatto anche un discorso diverso) e diversi parchi pubblici dove poter fare tutto questo. Credo che sia arrivato il momento di lavorare per il bene della collettività e lasciare gli interessi di parte per guardare agli interessi di tutti. Questa è la posizione della Confcommercio di Pescara che sullo sviluppo della città e sul piano traffico chiede una vera e propria rivoluzione di una città che è un budello con 13 km di lunghezza e che proprio per questo motivo necessità oggi più che mai di un nuovo modello di viabilità per rendere il traffico più fluido significa dare la possibilità di una migliore mobilità per tutti e dare la possibilità alle persone di spostarsi con maggiore facoltà e alle imprese commerciali di poter lavorare. E allora si che sarà possibile parlare di parcheggi di scambio a nord e sud della città e quindi di rendere fruibile la nostra città. Per questo era necessario intervenire e oggi con questa sentenza si può riprendere un discorso. Ricordo che sulla strada parco prima c’era una strada ferrata e oggi dovrà transitare il trasporto pubblico leggero per portare le persone da Montesilvano al centro di Pescara. Ho accolto con favore anche le dichiarazioni del sindaco che ha confermato che sulla strada parco passeranno i mezzi a metano. Una volta risolta poi la questione riguardante la strada parco dovremo lavorare e sederci attorno a un tavolo per la mobilità su Pescara Portanuova dove ci dovrà essere una rivoluzione. Lo sviluppo delle nostre città parte da una mobilità sostenibile ma sopratutto fruibile. Il piano traffico di una città è fondamentale e deve essere costruita con la collaborazione delle associazioni, dei portatori di interesse, dei cittadini, di tutti». 

Infine Padovano conclude così: «Oggi dobbiamo ripartire dall’ex tracciato ferroviario, oggi strada parco. Lo sviluppo dell’area metropolitana passa anche e sopratutto da questo progetto di cui si dibatte dal lontano 2001. Troppo tempo è stato perso anche perché se non si riteneva di poter arrivare a quello di cui si parla oggi non bisognava investire quei fondi che poi sono stati investiti. Questa è la posizione della Confcommercio di Pescara dell’attuale presidente e dei suoi predecessori. Noi siamo per una Pescara appetibile per chi viene anche da fuori e che deve avere la possibilità di arrivare senza problemi di traffico nella nostra città». 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padovano (Confcommercio) sull'ordinanza del Consiglio di Stato: "Per la Strada Parco passa lo sviluppo di Pescara"

IlPescara è in caricamento