menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Villa Pini, sciopero dei dipendenti il 16 ottobre: "Nessuna garanzia per il futuro"

I dipendenti di Villa Pini, in accordo con i sindacati Cisl e Cgil, hanno indetto uno sciopero per il 16 ottobre prossimo. I lavoratori, infatti, attendono chiarimenti circa il loro futuro, e denunciano di aver ricevuto solo tre mensilità di arretrati. I sindacati chiedono un vertice con la Regione

I dipendenti di Villa Pini, dopo le promesse dei mesi scorsi e qualche piccolo risultato ottenuto, tornano a scioperare. Il 16 ottobre prossimo, infatti, i lavoratori, in accordo con i sindacati Cgil e Cisl, hanno indetto uno sciopero per l'intera giornata, per protestare contro la mancanza di certezze per il futuro della clinica.

In particolare, vogliono capire quali sono i rapporti fra le Asl e la clinica, oltre a conoscere quali sono le concrete prospettive di lavoro per il futuro.

Inoltre, il personale, che l'estate scorsa aveva più volte manifestato in piazza e scioperato per denunciare il mancato pagamento di almeno sei mesi di stipendi, ha fatto sapere che, allo stato attuale, sono state pagate solo tre mensilità arretrare.

I sindacati chiedono un vertice urgente con il Presidente Chiodi, i manager delle Asl, l'assessore Venturoni ed il Commissario Redigolo, affinchè le promesse e le direttive imposte nei mesi scorsi non diventino "carta straccia" ma possano trasformarsi in atti concreti.

"Attualmente solo alcune Asl hanno ottemperato alle direttive regionali, è ora che la Giunta e la politica in genere diano delle risposte serie invece di rimandare sempre o delegare le responsabilità ad altri" dichiara la Cisl.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento