Servizi sociali Montesilvano, blitz degli agenti della Procura

Ieri mattina la visita di due agenti in borghesi della Procura della Repubblica, tre prove di assunzione sospette:assistente scolastico, autista e assistente sociale le cariche sotto osservaione della guardia di finanza

La Procura della Repubblica, molto probabilmente in seguito a delle lamentele di qualcuno escluso dal concorso, ha inviato silenziosamente due agenti in borghese nella sede dei servizi sociali di Montesilvano.

Gli agenti hanno preteso l'accetto agli atti, controllando le cartelle relative ai concorsi dell'anno passato per una carica da assistente scolastico, autista e assistente sociale. La sede, ultimamente, è spesso soggetta a sequestri di pratiche, faldoni e qualsiasi altra documentazione inquisibile. Il caso che negli ultimi tempi aveva destato l'attenzione delle Fiamme Gialle è stato l'assunzione lampo di una psicologa per la durata di 24 ore, immediatamente reintragata al ruolo di giudice del lavoro.

Nonostante questi dubbi e queste continue perplessità, gli atti di qualità sono numerosi, come per esempio la colonia marina per i bambini, i servizi di assistenza per i disabili sul tutto il fronte cittadino oppure le cure termali per anziani a Castrocaro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • A "L'ingrediente perfetto" su La7 Roberta Capua prepara gli arrosticini in padella con burro e salvia [FOTO - VIDEO]

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Coniugi di Rosciano in quarantena per il Covid escono per fare acquisti: fermati a Nocciano, scatta la denuncia

Torna su
IlPescara è in caricamento