Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca Centro

Precari Attiva, dopo quasi nove mesi smantellato il presidio

Sono state smontate le tende e gli accampamenti dei lavoratori precari di Attiva che protestavano per la mancata assunzione da parte della società che gestisce i rifiuti. A breve verrà pubblicato un nuovo bando

Finisce, dopo nove mesi di battaglia e qualche piccola conquista, la protesta dei precari di Attiva, i 40 lavoratori che erano rimasti senza un futuro nell'azienda che si occupa della gestione dei rifiuti e del verde in città.

Le tende e gli accampamenti che erano stati installati in Piazza Italia, all'interno dei quali eravamo entrati con le telecamere de IlPescara.it, sono state smontate.

Un presidio duro, fatto di confronti con l'amministrazione comunale, regionale e con i vertici dell'azienda. Fondamentale la solidarietà dei ristoratori, dei commercianti e della gente comune che ha permesso loro, nonostante la mancanza degli stipendi, di andare avanti e di provvedere alle strette necessità per le loro famiglie.

Ora per lavoratori si apre una speranza: Attiva infatti ha pubblicato un bando per la stabilizzazione di 43 persone, ed entro pochi mesi ci saranno altri concorsi per un totale di 130 assunzioni.

Questa volta, a differenza del bando precedente, tutti sperano che i requisti possano dare spazio anche a questi 40 lavoratori ed alle rispettive famiglie.

IL NOSTRO SERVIZIO NELLE TENDE DEI PRECARI

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Precari Attiva, dopo quasi nove mesi smantellato il presidio

IlPescara è in caricamento