Cronaca San Silvestro / Via Luigi Polacchi

Omicidio Pescara Domenico Rigante, uccisa la persona sbagliata?

A poche ore dal tragico omicidio di Domenico Rigante, 24enne ultras biancazzurro ucciso in via Polacchi ieri sera, emergono retroscena inquietanti. Gli assassini infatti potrebbero aver sbagliato persona

Domenico Rigante, 24enne ultras biancazzurro ucciso ieri sera a colpi di pistola in via Polacchi, potrebbe essere stato scambiato per il fratello Antonio, e quindi colpito a morte per errore.

E' quanto emerge dai primi particolari riguardanti il tragico delitto avvenuto ieri nella zona di Piazza Grue, dove a quanto pare una vera e propria spedizione punitiva da parte di alcuni rom avrebbe portato al delitto.

La vittima, infatti, non sarebbe riuscita a fuggire in tempo quando il gruppo di violenti è arrivato, a differenza del fratello Antonio, coinvolto invece in una rissa a Pescara Vecchia la notte prima. E proprio questa rissa potrebbe essere il movente del delitto, anche se non si escludono rancori per la gestione dello spaccio di stupefacenti nella zona.

Intanto le Forze dell'Ordine stringono il cerchio attorno ai responsabili: sono in atto una serie di perquisizioni a tappeto e a quanto pare gli investigatori sarebbero già sulle tracce di chi ha sparato, un giovane rom di una nota famiglia di nomadi pescaresi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Pescara Domenico Rigante, uccisa la persona sbagliata?

IlPescara è in caricamento