rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Omicidio Pavone, chiesti 30 anni per Vincenzo Gagliardi: in serata la sentenza

La Procura di Pescara ha chiesto 30 anni di carcere per Vincenzo Gagliari, il dipendente delle Poste accusato di aver sparato ed ucciso Carlo Pavone, imprenditore di Montesilvano morto dopo oltre un anno di coma

In serata o al massimo domani mattina dovrebbe arrivare la sentenza per l'omicidio di Carlo Pavone, l'ingegnere di Montesilvano ucciso da un colpo di pistola sparato la notte del 30 ottobre davanti alla sua abitazione in via De Gasperi.

La Procura con il pm Mantini ha chiesto 30 anni di carcere per Vincenzo Gagliardi, il dipendente delle poste amante della moglie di Pavone accusato di aver ucciso Pavone per motivi di gelosia.

Nel pomeriggio parleranno gli avvocati della difesa. Il processo viene celebrato con il rito abbreviato. Ricordiamo che Pavone rimase in coma fino al 16 novembre 2014, data in cui è deceduto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Pavone, chiesti 30 anni per Vincenzo Gagliardi: in serata la sentenza

IlPescara è in caricamento