menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montesilvano, bufera su Biferi: espulso dall'Udc

Il caso del consigliere Biferi che ha deciso di non votare l'assestamento di bilancio è stato definito da alcuni membri della maggioranza "riprovevole". Intanto l'Udc lo ha espulso dal partito

Per alcuni esponenti della giunta Cordoma, il comportamento di Biferi è del tutto incoerente. Mai una parola di dialogo, le sue esternazioni sono state offerte prima alla stampa e, una volta divenute di dominio pubblico, sono state recepite dalla giunta. Comportamenti che lasciano "interdetti" gli stessi assessori e consiglieri che fiancheggiano il Sindaco Cordoma.

Fra i fedelissimi della giunta Cordoma, spuntano fuori le dichiarazioni di Ottavio de Martinis che definisce la politica del consigliere Biferi come la "politica del chiedere". Ma chiedere che cosa? Per De Martinis "L'ultimo episodio, risale proprio a qualche giorno fa, quando ha chiesto la presidenza del Cda dell'Azienda speciale per il suo amico Augusto Lino. E' questo il modo di far politica di Biferi: la politica del chiedere, del tradire persino la minoranza, quando lui candidamente aveva proposto di stare dalla loro parte e poi così non fu". E' stato quello che nella stessa seduta dell'8 luglio ha dichiarato: "La mia appartenenza alla maggioranza è sul programma e non su dove va posizionato il Luna Park".

L'Assessore alle Finanze Emidio Di Felice è molto sorpreso dall'atteggiamento di Biferi in quanto, sostiene l'Assessore, più volte lo ha accusato di non aver fornito alcuna spiegazione in merito alle sue richieste di chiarimento riguardo l'equilibrio finanziario ed economico del bilancio 2010. Di Felice dunque rammenta al consigliere Biferi che per ben due volte sono state fatte le sedute della Commissione Bilancio. "Anzi" - prosegue Di Felice - "durante il Consiglio del 24 agosto, il dirigente Ambrosini produsse tutte le spiegazioni riguardo il consuntivo di bilancio e proprio in quell'occasione Biferi, nel suo intervento, appoggiò pienamente lo stesso bilancio e l'azione della maggioranza. Dal 24 agosto scorso ad oggi cosa potrà essere mai accaduto, se non sono mai prodotti atti deliberativi o apportate modifiche ai documenti finanziari? Forse i soliti atteggiamenti altalenanti del consigliere vanno interpretati in altro modo, la serietà che in questi tre anni ci ha contraddistinto, non è mai andata d'accordo con la questua continua del caro Biferi".

Intanto l'Udc ha deciso di espellere il consigliere Biferi dal partito: "Non potendo più tollerare questo stato di cose abbiamo deciso di sospendere Biferi dal gruppo consiliare ma chiediamo che il caso venga esaminato in maniera approfondita dagli organismi di partito affinché si valuti l'espulsione del consigliere dall'Udc, coinvolgendo eventualmente il livello nazionale. "

DIMISSIONI DEL SINDACO CORDOMA

LE REAZIONI POLITICHE ALLE DIMISSIONI

CONSIGLIO COMUNALE: MAGGIORANZA BATTUTA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento