Cronaca

Uomo morto in strada dopo una lite, parlano i familiari di Tiziano Paolucci

Tramite i legali i familiari del 56enne il più stretto riserbo sul grave lutto che li ha colpiti

Dopo la lettera di scuse e perdono del giovane di 20 anni protagonista della lite dopo la quale ha perso la vita Tiziano Paolucci, 56 anni, sono i familiari del defunto a far sentire la loro voce tramite gli avvocati Antonello Campanelli e Sabrina Sbaraglia
Tramite i legali i familiari del 56enne il più stretto riserbo sul grave lutto che li ha colpiti. 

Questo quanto si legge nella lettera diffusa dagli avvocati Campanelli e Sbaraglia:

«La famiglia ha piena fiducia dell'ottimo operato della magistratura e delle forze dell'ordine che in maniera solerte e all'esito delle risultanze investigative e di tutti gli esami collegati all'accertamento autoptico potranno chiarire le cause/concause del decesso di Paolucci. Le notizie apprese sino a oggi sulle testate giornalistiche locali hanno fornito versione dei fatti fantasiose e frutto di presunzioni tra l'altro pubblicate nell'immediatezza degli eventi quando nessuno poteva avere cognizione di come si è svolta realmente la vicenda in quanto il fascicolo affidato al Pm di Pescara è secretato. Pertanto si ribadisce fermamente che anche quanto riportato in merito ai risultati dell'autopsia è tutto falso e frutto di conclusioni non corroborate da alcuna evidenza probatoria. Infine è doveroso precisare, in ordine alla lettera di scuse fatte pervenire dall'indagato ai familiari della vittima e "casualmente" pubblicata integralmente il giorno dopo su un quotidiano locale, che la famiglia allo stato non intende rilasciare commenti, se non che forse è apparso troppo prematuro un atto di resipiscenza che ha più il sapore di una scelta difensiva che di una reale dimostrazione di pentimento».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uomo morto in strada dopo una lite, parlano i familiari di Tiziano Paolucci

IlPescara è in caricamento