rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca

Ricevono contributi europei ma non dichiarano 2 milioni di euro, 3 imprenditori della pesca nei guai

A scoprirlo sono stati i militari della Stazione Navale della Guardia di Finanza di Pescara al termine di analisi di contesto e di rischio

Tre imprenditori abruzzesi del settore marittimo finiscono nei guai per evasione dopo aver ricevuto contributi comunitari.
A scoprirlo sono stati i militari della Stazione Navale della Guardia di Finanza di Pescara al termine di analisi di contesto e di rischio.  

Le Fiamme Gialle hanno avviato una serie di controlli nei confronti di armatori che hanno percepito contributi nel settore dei fondi europei per gli affari marittimi e la pesca (Feamp 2014/2020).

In particolare, al termine di articolate verifiche rivolte prioritariamente all’aspetto fiscale, i finanzieri hanno segnalato all'Agenzia delle Entrate 3 imprenditori abruzzesi, per non aver dichiarato 2 milioni di euro ai fini Irap (imposta regionale sulle attività produttive), sottraendo così un gettito prossimo ai 100mila euro di imposta non versata negli anni 2015, 2017 e 2018. L’attività consentirà anche il recupero di somme derivanti dalle relative sanzioni e interessi dovuti. 

«Si evidenzia», fanno sapere dal Comando provinciale, «l’importanza dei controlli sulla corretta assegnazione e corresponsione dei predetti fondi, in quanto gli stessi mirano a promuovere e sostenere i pescatori nella transizione verso una pesca sostenibile e nel contempo, aiutano le comunità costiere a diversificare le loro economie. Le indagini e i conseguenti interventi condotti dalla Stazione Navale della Guardia di Finanza di Pescara confermano, ancora una volta, il ruolo attribuito in via esclusiva alla componente aeronavale del Corpo quale dominus nel settore di Polizia Economico-Finanziaria in mare».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricevono contributi europei ma non dichiarano 2 milioni di euro, 3 imprenditori della pesca nei guai

IlPescara è in caricamento