Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Colli / Largo Madonna dei Sette Dolori

Dodi Battaglia contro femminicidio e terrorismo: ricorda Jennifer e condanna la follia di Manchester

Il cantante e chitarrista dei Pooh ha chiuso alla grande l'edizione 2017 della Festa della Madonna, dedicando anche un pensiero alla 26enne Sterlecchini e alle vittime dell'attentato durante il concerto di Ariana Grande

Ha avuto anche un risvolto sociale il live di Dodi Battaglia con cui ieri sera in Largo Madonna si è chiusa la Festa della Madonna dei 7 Dolori. ?Il cantante e chitarrista, che per circa un'ora e tre quarti ha incantato il pubblico con tutti i più grandi successi dei Pooh (e qualche breve incursione nella sua carriera solista), a un certo punto ha preso la parola e ha raccontato di aver incontrato dietro le quinte, prima dell'inizio del concerto, la signora Fabiola Bacci, madre di Jennifer Sterlecchini, cioè la 26enne morta lo scorso dicembre sotto le coltellate del suo ex fidanzato.

Battaglia si è detto costernato per la follia che si nasconde dietro ogni femminicidio, soprattutto quando questo atroce gesto è imprevedibile perchè proviene da persone che mai avrebbero fatto presagire una simile violenza. Al tempo stesso, il musicista ha espresso parole di forte condanna nei confronti di tutti gli atti terroristici che in questi ultimi tempi stanno falcidiando il mondo, con un particolare riferimento ai fatti di Manchester ma anche alle conseguenze "positive" di simili situazioni, come il mega evento che Ariana Grande ha voluto realizzare domenica sera insieme ad altre superstar. 

Accompagnato da una band tutta abruzzese, Dodi ha letteralmente conquistato il pubblico presente, tanto che alla fine ha esclamato: "Vi vorrei con me ogni sera!". I tradizionali fuochi d'artificio hanno poi fatto calare il sipario sull'edizione 2017 della Festa da sempre più attesa ai Colli, e che di fatto segna l'inizio dell'estate.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dodi Battaglia contro femminicidio e terrorismo: ricorda Jennifer e condanna la follia di Manchester

IlPescara è in caricamento