rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Stadio

Il Comune chiede 380 mila euro di crediti alla Pescara Calcio

Un debito pari a 380 mila euro. E' la cifra che la Pescara Calcio dovrebbe saldare al Comune per i lavori eseguiti nello Stadio Adriatico nell'ultima stagione

E' stata approvata all'unanimità, con il voto favorevole del sindaco Mascia, la mozione presentata dai consiglierei Di Nisio e Ranieri riguardante la riscossione dei debiti che la Pescara Calcio avrebbe contratto con il Comune.

I debiti , pari a 380 mila euro, riguarderebbero i lavori eseguiti allo Stadio Adriatico durante l'ultima (fallimentare) stagione di serie A.In particolare, l'adeguamento della struttura alle tv Nazionali ed agli standard necessari per giocare nella massima serie.

Una serie di interventi che a inizio stagione ammontavano a meno di 80 mila euro, e che ora hanno raggiunto questa importante cifra.

I soldi, qualora dovessero essere pagati da Sebastiani e gli altri soci, andrebbero alle società dilettantistiche, secondo i due promotori della mozione

Ad inizio stagione, proprio Ranieri e Di Nisio avviarono la battaglia contro la negazione dell'ingresso gratuito per i consiglieri comunali, voluta dalla società del Delfino, che scatenò uno vespaio di polemiche.

Scintille ci furono anche per i magazzini dell'Adriatico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune chiede 380 mila euro di crediti alla Pescara Calcio

IlPescara è in caricamento