rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Avvisi di garanzia per Rigopiano, il commento di Giampaolo Matrone: "E' una bella giornata"

La soddisfazione di uno dei superstiti in merito ai nuovi avvisi di garanzia per la catastrofe di gennaio che ora coinvolgono anche la Prefettura di Pescara: "Non è finita qui, so che ci saranno a breve altre clamorose novità"

“Oggi è una bella giornata. Alla notizia che gli indagati sono saliti a 23 la sensazione è stata così forte che la mano sinistra, l'unica che mi è rimasta, tremava tutta”.

Così Giampaolo Matrone, uno dei sopravvissuti della catastrofe di Rigopiano, ma a carissimo prezzo - sotto l'hotel travolto dalla valanga ha perso la moglie ed è rimasto invalido - ha commentato l'ondata di avvisi di garanzia notificati oggi, giovedì 23 novembre, dalla Procura di Pescara, e che vanno ad aggiungersi ai sei già spiccati in precedenza.

“Appena ho saputo, ho “mollato” la fisioterapia alla mano destra a cui mi stavo sottoponendo, come ogni mattina, e sono corso a Pescara: durante il tragitto in macchina mi sono scese lacrime, ma di gioia”, aggiunge il pasticciere di Monterotondo, “e ringrazio di cuore la Procura per l'ottimo lavoro che sta svolgendo”.

All'appello manca ancora qualcuno, tuttavia, secondo Matrone, alludendo in particolare ai vertici della Regione Abruzzo:

“Non è finita qui, so che ci saranno a breve altre clamorose novità. E magari arriveremo a 29, proprio come il numero delle vittime della tragedia. Intanto, però, nell'elenco c'è il Prefetto di Pescara Francesco Provolo, o meglio l'ex prefetto, che io chiamo il “Prefetto di Rigopiano”, colui che mi aveva detto di avere la coscienza pulita e che ero vivo grazie a lui: adesso è indagato. E c'è la direttrice della centralinista che ha irriso l'allarme, ritardando i soccorsi”.

Il superstite nelle ultime settimane ha manifestato per ben due volte sotto la Prefettura, finendo anche per essere “segnalato” da Provolo alla stessa Procura.

“Adesso però – conclude Matrone – pretendo le dimissioni di queste persone, che sono anche figure apicali di Enti pubblici, dirigono uffici e dipartimenti che hanno anche a che fare con la sicurezza pubblica, hanno responsabilità sui cittadini. Vogliamo un'altra Rigopiano?”.

Soddisfazione è stata espressa anche dal dott. Ermes Trovò, Presidente di Studio 3A, la società specializzata a livello nazionale nella valutazione delle responsabilità in ogni tipologia di sinistro, a tutela dei diritti dei cittadini, a cui Matrone si è affidato per ottenere giustizia, attraverso il consulente personale Angelo Novelli.

“Siamo ancora nelle fasi preliminari ma il fatto che la macchina della Giustizia si stia muovendo in modo così celere e deciso testimonia della volontà di andare fino in fondo e ci fa ben sperare che si arrivi quanto prima all'accertamento di tutte quante le responsabilità - conclude il dott. Trovò - Un atto doveroso per le vittime, per i loro familiari e per il Paese intero”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avvisi di garanzia per Rigopiano, il commento di Giampaolo Matrone: "E' una bella giornata"

IlPescara è in caricamento